Focus: Aggressor

Che succede mettendo insieme un droide assassino con disturbi di personalità e una nave fuori di testa?

IG-2000-product-shot

L’Aggressor è stato introdotto con la Wave 6 dei Pack di Espansione come la prima nave Grande per la terza fazione, Feccia e Malvagità.

ref_aggressor

Valore di Arma primaria 3

Valore di Agilità 3

Valore di Scafo 4

Scudi 4

Analizzando i valori della nave risalta subito all’occhio quanto questa sia solida, in quanto molto equilibrata in tutte le sue statistiche di gioco. Tirare 3 dadi in attacco e 3 dadi in difesa è quanto di meglio possiate chiedere alla vostra navetta, inoltre i 4 Scudi uniti ai 4 Scafi la rendono anche piuttosto resistente al fuoco nemico.

La barra azioni è parecchio varia, fra focus, target lock, bust ed evade abbiamo praticamente tutto quello che di base vogliamo poter fare in un turno.

La barra migliorie è anche qui bella varia, potendo dare a ciascun pilota Titolo, System upgrade e Modifiche abbiamo tutto quello che occorre per rendere la navetta più solida di quanto già non lo sia di base. C’è la possibilità di dargli anche una miglioria Illicit propria della fazione e che serve a rendere il vostro gioco ancor più imprevedibile; in più possiamo anche aggiungere Cannoni o Bombe che la rendono più performante anche in attacco. Queste sue caratteristiche già la dovrebbero rendere una nave molto competitiva e decisamente da provare, ma a dare all’Aggressor quel qualcosa in più ci pensa il suo dial di manovra assolutamente unico.

Come potete vedere la navetta ha una estrema mobilità: possiede sia la virata a Velocità 1 che a Velocità 2;  più della metà delle sue manovre sono verdi, permettendo di preoccuparsi poco in caso di segnalino tensione.  Ha una utile Inversione Kojogran a Velocità 4 e ha la nuova Inversione di Segnor, cioè una inversione effettuata utilizzando il modello di manovra Accostata a Velocità 3. Su quest’ultima manovra si potrebbe scrivere una analisi a parte: vi basti sapere che rende i movimenti piuttosto imprevedibili e dunque il vostro avversario potrebbe essere sorpreso dalle vostre mosse.

Moves like Jabba Jagger

Ok, un Aggressor non è un Phantom e lo sappiamo tutti, ma pur con la sua base grande resta agilissimo e minaccioso. Benché IG-88D sia abbastanza imprevedibile, resta abbastanza vulnerabile a navi piccole e con AP bassa come i TIE Pilota di Accademia, che possono rompere le scatole in abbondanza bloccandolo. La sua Capacità di effettuare la Segnor con la Virata 3 lo rende sempre in pericolo di impatto con gli asteroidi e i detriti, quindi state attenti.

Trasferiamoci un attimo nel vuoto atmosferico dei combattimenti spaziali e ammiriamo l’indicatore di manovra dell’Aggressor: tantissime manovre verdi per liberarsi dagli effetti dei segnalini tensione dopo aver effettuato la Segnor Loop, in aggiunta alla virata a Velocità 1. L’Aggressor è perfetta per il dogfight.

IG-88D consente alla nave una manovrabilità inusitata, potendo addirittura effettuare una sovralimentazione con i Sensori Avanzati prima. Facendo entrambe nella stessa direzione ci troveremo a puntare 45 gradi a sinistra rispetto alla posizione originale ma più distanti – praticamente un enorme Tonneau a Botte. Equipaggiando Manovra Esperta, Sensori Avanzati e Interfaccia Sperimentale è possibile spostarsi quasi ovunque ed essere molto imprevedibili.

Facciamo un esempio:

IG-88D con Manovra Esperta, Sensori Avanzati e Interfaccia Sperimentale esegue una sovralimentazione a sinistra con Sensori Avanzati ed effettua un Tonneau a Botte con Manovra Esperta ed Interfaccia Sperimentale. Rivelando una virata a Velocità 1, il segnalino tensione viene rimosso. Pur non potendo effettuare un’azione di concentrazione, l’aiuto di IG-88B e il suo quasi-Artigliere mettono una pezza su eventuali attacchi falliti del Cannone Laser Pesante. Dovrete fare del vostro meglio per non essere bloccati, ma le possibilità offerte dall’Aggressor sono senza dubbio interessanti ed utili allo scopo, considerata la velocità della nave.

Un Titolo che è tutto un programma

Ciò che rende veramente speciale questa nave è senza alcun dubbio il suo titolo IG-2000. Il titolo vi permette di sfruttare, oltre alla vostra abilità pilota, anche l’abilità pilota di tutte le altre navette amiche che a loro volta possiedono il titolo fino alla loro dipartita. Si tratta certamente di un grosso vantaggio in quanto poter sfruttare una seconda abilità equivale praticamente ad avere sulla vostra navetta una ulteriore miglioria.

Ig-2000

Come potrete immaginare, trovarsi davanti in campo copie multiple della stessa nave ciascuna con almeno 2 Capacità da Pilota è piuttosto fastidioso. Quanto sarebbe bello poter avere la stessa abilità su altre navi come ad esempio i Firespray Scum? Straordinario. Diciamo che la FFG ha trovato il modo migliore per vendere almeno due Aggressor a tutti i giocatori Scum. Furbi, eh?

Quando dovrete scegliere quali IG includere nella vostra squadriglia, IG-88D mi sembra una scelta quasi obbligata. Considerato il costo base delle due navi (72 punti in totale) vorrete tenerle in vita il più possibile. Se dovessi fare un ranking dei vari IG in quanto a capacità difensiva, direi che è possibile stabilire questo ordine

IG-88D > IG-88C > IG-88A > IG 88B

Facendo lo stesso ragionamento in ottica di offensività e considerando la capacità di equipaggiare Talento Elite, Migliorie al Sistema, Bombe, Illicit (Ammortizzatori Inerziali!!!!), il ranking diventa

IG-88D > IG-88B > IG-88C > IG-88A

IG-88D resta saldamente al primo posto per la sua capacità di ottenere un arco di fuoco pulito sul nemico, mentre B deve la sua seconda posizione al suo Artigliere integrato.

image

IG-88 è particolarmente sensibile a questa problematica. Sharing is caring.

La ragione per cui l’Aggressor è dotata di questo titolo particolare è molto semplice: il suo pilota è un droide assassino cacciatore di taglie che ha (almeno) tre cloni, ognuno con una Capacità particolare e la possibilità di condividere la propria coscienza grazie ad una rete neurale artificiale condivisa. Per sfruttare al meglio questa peculiarità l’Aggressor ha quattro piloti unici che rappresentano 4 modelli diversi del droide IG-88, tutti con abilità di pilotaggio 6 e una propria Capacità da Pilota da condividere magari con gli altri. Ah dimenticavo, una volta IG-88 ha tentato di uploadare la sua coscienza all’interno della Death Star II per dominare l’universo. Che tenero.

Piloti

Da quando è stata annunciata la navetta, le aspettative dei giocatori sono cresciute a dismisura. Il risultato non ha tradito le aspettative, con un indicatore di movimento talmente “verde” da essere unto e Capacità da Pilota assolutamente invidiabili. Andiamo a vedere proprio queste ultime, (psic)analizzando le varie personalità di IG-88.

IG-88A

Ig-88a-1-

Paragonabile a una nave equipaggiata con il droide R2-D2, dà il suo meglio contro navi agili e fragili. Tra i quattro piloti, è quello potenzialmente più pericoloso per il meta attuale: può travolgere senza tanti problemi frotte di Z-95 o mini-swarm imperiali che scortano navi grandi. Ha qualche problema invece contro navi ad AP alta come Super Dash o Soontir Fel, ma l’aiuto di un secondo IG-88 può parzialmente limitare questa criticità.

IG-88B

Ig-88b-1-

Pilota prettamente offensivo “dotato” di Artigliere che si attiva con un attacco di arma secondaria. Importante notare come basti un cannone equipaggiato e non ne siano necessari due. Tecnicamente dunque, si può attaccare con il Cannone Laser Pesante, mancare il colpo e attaccare di nuovo con lo stesso cannone. Il concetto si applica a tutti i cannoni. Benché sia una discreta assicurazione nei confronti di attacchi non riusciti, non è una capacità irrinunciabile – a meno che non venga affiancato da un Fire Control System che permette di ritirare i dadi del secondo attacco con arma secondaria in caso di ulteriore “miss”.

IG-88C

Ig-88c-1-

IG-88C può essere piuttosto complicato da colpire per via dell’azione gratuita Eludere che ottiene una volta che ha effettuato una Sovralimentazione. Ciò permette un’ottima resilienza al fuoco nemico sopratutto se affiancato dal fratello IG-88D di cui parliamo subito sotto. In tanti danno per scontata la formazione “brobots” composta da due IG-88, ma senza dubbio anche il singolo IG-88C dotato di Cannone Laser Pesante è una nave particolarmente minacciosa per soli 46 punti.

IG-88D

Ig-88d-1-

L’unico IG spoilerato da mamma FFG nei suoi articoli dello scorso anno è uno dei più gettonati. IG-88D apre tantissime possibilità se combinato con i Sensori Avanzati, oppure con Manovra Esperta e Interfaccia Sperimentale se ci si sente particolarmente birbanti. Mettetelo insieme come detto sopra al suo gemello C e i vostri Aggressor saranno veramente tosti da buttare giù!

È comunque fondamentale notare la presenza della parola PUOI nel testo: si può usare il modello di manovra Virata a V3 ma non è obbligatorio. L’accostata da 3 è perfettamente utilizzabile, sostanzialmente la sua capacità fornisce un’opzione aggiuntiva ai giocatori più smaliziati.

Le tattiche attuabili dall’Aggressor hanno un legame strettissimo con i segnalini tensione: non fate mai l’errore di utilizzare Oltre il Limite senza Sensori Avanzati. La prima volta che non userete OIL dichiarerete all’avversario che il turno successivo avete intenzione di usare un’inversione Segnor oppure Kojogran. Inoltre, tenete sempre in considerazione l’AP delle vostre navi: molti avversari avranno una AP più alta di 6, cosa piuttosto problematica non avendo a disposizione torrette o archi di fuoco ausiliari. Dunque l’Aggressor con Oltre il Limite deve vedersela con gli arc dodger E con le squadriglie progettate per controbattere le squadriglie dotate di Oltre il Limite …

Forse non è la strategia migliore.

IG-88 è fondamentalmente passivo-aggressivo

Piuttosto che Oltre il Limite, potreste pensare di equipaggiare Predatore, Istinti da Veterano o Scarica di Adrenalina. IV è indispensabile per rompere le uova nel paniere a Dash Rendar, il Retroammiraglio Chiraneau e Boba Fett se non dotato anche lui di Istinti da Veterano. E costa solo un punto! Oltre il Limite fornisce all’Aggressor un ottimo potenziale offensivo o difensivo, ma limita fortemente le azioni al round successivo, vincolando ad una manovra verde. Predatore è limitato alla fase di attacco, ma funziona egregiamente anche se si è stati bloccati o si ha un segnalino tensione! Oltretutto in un meta con tante navi a PS2 (4BZ, sciami M3, Z swarm) poter ritirare due dadi è fondamentale.

Inoltre, è possibile equipaggiare Fire Control System e i Manovratori Automatici, utilissimi entrambi contro Decimator e YT-2400, che il più delle volte attaccheranno a distanza 2-3 e fuori dall’arco di fuoco.

I-for-IG88

Un’altra carta che deve essere presa in considerazione è sicuramente Apparato di Feedback: costo 2 punti, consente di avere un ottima risorsa da utilizzare contro navi, soprattutto imperiali (TIE Interceptor, Phantom, Fighter, …) che hanno pochi scafi ma molti dadi di difesa. La carta infatti consente – al posto dell’attacco ma senza essere considerata un attacco – di infliggere automaticamente un danno ad una nave avversaria a distanza 1, subendo a propria volta 1 danno e prendendo un segnalino ione. Considerando che gli Aggressor gireranno di solito a breve distanza l’uno dall’altro, riuscire a muoverli bene e magari a bloccare i movimenti (e far perdere quindi le azioni) ad esempio ad un Soontir Fel, incastrandolo a distanza 1 da entrambi gli Aggressor. Questo significa di fatto 2 danni automatici, obbligandolo poi per tutto il resto della partita a stare MOLTO attento a non ritrovarsi di nuovo a distanza 1 da uno qualsiasi degli IG.
L‘Apparato di Feedback può essere molto vantaggioso, in quanto consente di fare il danno anche fuori dall’arco di fuoco, e questo è chiaramente utilissimo contro gli arc-dodger. L’Apparato di Feedback inoltre può essere utilizzato anche in caso di atterraggio maldestro su di un asteroide!

Ovviamente l’Aggressor ha anche qualche punto debole, che è bene elencare e ricordare sempre nella fase di Pianificazione e nello squad building:

  1. Basetta grande. Occhio agli asteroidi e alle sovrapposizioni!
  2. Arco di fuoco frontale
  3. Ben 36 punti per la singola nave nuda, dotata di un totale di 8 punti “ferita”.
  4. Abilità di Pilotaggio 6

Squadriglie

La maggior parte dei giocatori utilizza i Brobots, cioè una squadriglia composta da due IG-88 – spesso B e C – con la stessa configurazione per un totale di 49 punti a navetta: Oltre il Limite (3) + Sensori Avanzati (3) + Ammortizzatori Inerziali (1) + Manovratori Automatici (2) + IG-2000 (0) + Cannone Mangler (4).

Con la seguente configurazione ciascun Aggressor potrà per esempio effettuare le sue azioni prima ancora di effettuare il movimento, e quindi una Sovralimentazione in modo da ottenere una azione gratuita di Eludere per via dell’abilità del pilota C, magari un target lock su di una navetta avversaria a tiro. Sarà possibile attaccare e sfruttare la sua arma primaria o secondaria a seconda delle occasioni, traendo vantaggio dall’abilità del pilota B. Infine in difesa potremmo godere del bonus di Manovratori Automatici e cambiare un dado bianco in Eludere.

Questo è solo un esempio, ognuno può trovare la configurazione che più gli aggrada provando varie migliorie e varie coppie di piloti, però mi sembra doveroso mettervi in guardia sulla difficoltà che c’è nel giocare l’Aggressor. Come avete visto per sfruttare al meglio le peculiarità di questa navetta, l’IG-2000 nello specifico va giocata accanto ad una sua gemella e questo vi obbliga a giocare una lista con due sole navi. Per quanto sia solida, la vostra lista di gioco avrà soli 16 colpi da incassare e nonostante la metà siano scudi dovrete comunque muovere molto bene ed evitare di finire in balia del fuoco nemico. Questo implica che in un torneo lungo vi tocca mantenere una costante concentrazione e la cosa non è semplice.

Brobots #1 (100 punti)

(51) IG-88D + Manovra Esperta (2) + Sensori Avanzati (3) + Cannone Laser Pesante (7) + IG-2000 (0) + Interfaccia Sperimentale (3)

(49) IG-88B + Predatore (3) + Sensori Avanzati (3) + Cannone Laser Pesante (7) + IG-2000 (0)

Brobots #2 (100 punti)

(50) IG-88D + Oltre il Limite (3) + Sensori Avanzati (3) + Cannone Laser Pesante (7) + Ammortizzatori Inerziali (1) + IG-2000 (0)

(50) IG-88C + Oltre il Limite (3) + Sensori Avanzati (3) + Cannone Laser Pesante (7) + Ammortizzatori Inerziali (1) + IG-2000 (0)

100 punti

(40) IG-88D + Istinti da Veterano (1) + Sistema di Controllo di Fuoco (2) + Ammortizzatori Inerziali (1) + IG-2000 (0)
(40) IG-88C + Istinti da Veterano (1) + Sistema di Controllo di Fuoco (2) + Ammortizzatori Inerziali (1) + IG-2000 (0)
(20) Cartel Spacer (14) + Scyk Pesante (2) +  Cannone “Mangler” (4)

100 punti

(38) IG-88D + Scarica di Adrenalina (1) +  Ammortizzatori Inerziali (1) + IG-2000 (0)

(38) IG-88C + Scarica di Adrenalina (1) +  Ammortizzatori Inerziali (1) + IG-2000 (0)

(24) N’dru Suhlak (17) + Missili a Grappolo (4) + Lupo Solitario (2) + Sicura per Munizioni (1)

Potremmo poi vagliare qualche squadriglia con un singolo IG-88!

100 pts.

(54) IG-88B + Oltre il Limite (3) + Sensori Avanzati (3) + Cannone Laser Pesante (7) + Ammortizzatori Inerziali (1) + Miglioria agli Scudi (4)

(23) Cartel Spacer (14) + Scyk Pesante (2) + Cannone Laser Pesante (7)

(23) Cartel Spacer (14) + Scyk Pesante (2) + Cannone Laser Pesante (7)

100 pts.

(46) IG-88D + Cannone Laser Pesante (7) + Oltre il Limite (3)

(54) Kath Scarlet + Predatore (3) + Cannone Laser Pesante (7) + Tecnico Fuorilegge (2) + Miglioria ai Motori (4)

Focus on!

Conclusioni

L’Aggressor non è una navetta facile, assolutamente. Tendenzialmente sarete tentati di ricoprirla di migliore, bling-bling e tonnellate di equipaggiamenti per prepararla ad affrontare qualsiasi cosa .. ma è necessaria una visione di gioco abbastanza completa per farla rendere al meglio. Una delle “frasi fatte” che meglio si adatta è: si deve conoscere la mossa dell’avversario almeno un turno in anticipo per farla rendere al meglio.

D’altro canto l’Aggressor consente di comporre squadriglie relativamente facili da gestire – solitamente 2 navi, molte manovre a disposizione e abilità per tutti i gusti – ma non da giocare – parecchie meccaniche a incastro da ricordare, altissimo costo in punti della singola nave. Il consiglio migliore che mi sento di darvi è di prenderne comunque due ma di iniziare provandone una affiancata da un piccolo sciame, per prendere confidenza con le capacità di movimento di IG-88 e capire come non pestarvi i piedi da soli in fase di Attivazione.

Colgo l’occasione per ringraziare Marco, Francesco e Iacopo per le considerazioni che mi hanno inviato per arricchire il focus sull’Aggressor, oltre che i nostri colleghi di The Metal Bikini!