Focus: Armada Wave 2

Con l’annuncio della Wave 3 e in quasi contemporanea della Wave 4, è ora finalmente possibile dichiarare “quasi concluso” il meta della Wave 2.

armada-wave2-title-image-2

Articolo di Stefano Olgiati
Con questa ormai consolidata Wave, Impero e Ribelli hanno ricevuto le loro prime navi grandi (Imperial-class e MC80 rispettivamente) e un corposo aggiornamento agli squadroni sotto forma delle iconiche navi “grandi” dell’universo X-Wing.

Vediamo ora nel dettaglio la tattica ribelle a fine Wave 2.

Meta Alleanza Ribelle

È una trappola!

ackbar

Con i suoi 38 punti, l’efficacia di Ackbar è lineare e senza troppi fronzoli: 2 dadi rossi in più sugli archi laterali, a patto di sparare solo da quegli archi. Una lista composta da molte navi e Ackbar ha una strategia praticamente telefonata: esporre quanti più fianchi possibile e sfruttare la massimo il quantitativo esorbitante di dadi rossi generati.

Con l’aggiunta di nuovi upgrade come i Derivatori dei Turbolaser e Torrette Asservite ed i titoli Defiance e Home One, Ackbar ha trovato subito posto sull’ Incrociatore d’Assalto MC80 caricati al massimo di migliorie per aumentarne i danni e la sopravvivenza.

armada w2 1

Enorme, potente e costosissima, navi come questa MC80 sono state le ammiraglie di molte flotte di inizio Wave 2.

Con l’avanzare del tempo, il meta si è spostato sulle più vecchie AFMK2, che garantivano un miglior rapporto prezzo/dadi rossi generati rispetto a liste di doppie MC-80, tipicamente costruite a inizio Wave 2. Il più grande difetto delle liste restava comunque l’impossibilità di equipaggiare alle fregate i Squadra di Artiglieria, riducendo la fase di fuoco a un singolo bersaglio per nave.

È inoltre doveroso annotare come Ackbar sia stato implementato in liste più “strane” di più o meno successo come gli sciami di CR90, sempre per massimizzare il rapporto costo in punti/dadi rosso per nave.

I Calamari di Mothma

Completamente diversa dalle suddette liste, una nuova tipologia di lista Ribelle è cominciata a comparire sui radar: la swarm di Fregate MC30 a capo di Mon Mothma.

Con l’uscita della Wave 2 i dadi neri hanno ricevuto migliorie incredibilmente utili rispetto agli altri colori, come gli Esperti di Armamenti e i Siluri Protonici d’Assalto. Le navi MC30, dapprima oscurate da Ackbar ed MC80, hanno trovato posto in un particolare tipo di lista molto aggressiva per gli standard Ribelli dove i dadi neri la fanno da padrone: un dettaglio unico, visto che attualmente le MC30 sono le uniche navi Ribelli dotate di dadi neri.

Grazie a Mon Mothma, buona velocità e titoli come Admonition e Foresight, le Fregate MC30 potevano superare abbastanza indenni i primi turni di fuoco a lunga distanza e assalire l’avversario a corta gittata.

armada w2 2

Con un costo totale di upgrade quasi pari al costo stesso della nave base, l’ammiraglia di Mothma rimane un avversario formidabile.

La lista, sicuramente innovativa per giocatori mono-Alleanza Ribelle, ha sicuramente dato un buon contributo a migliorare la varietà in questa fazione.

Eroi della Ribellione

Con Core Set e Wave 1, FFG si è accorta molto in fretta della difficoltà dei giocatori di tenere gli squadroni al passo delle navi, e per rimediare alla mancanza di essi nelle liste, i nuovi squadroni di ambo le fazioni sono arrivati con upgrade o abilità particolarmente interessanti.

Lato ribelle, Independence e Comunicazioni Potenziate hanno dato un ottimo spunto per incrementare l’uso di squadroni, specialmente Ala-B, in liste che non comprendessero necessariamente Yavaris e Assalto dall’Iperspazio.

armada w2 3

Questo incrociatore è economico, e permette il comando di grossi squadroni in moltissime situazioni.

I nuovi squadroni hanno invece apportato nuovi usi e tattiche, specialmente il solitario eroe Han Solo o l’importante nave da supporto di Jan Ors. Entrambi gli squadroni hanno trovato posto in molte liste data la loro flessibilità e le loro abilità.

Meta Impero Galattico

Imperial-class Star Destroyer a rapporto

La nave più iconica dell’intero universo di Star Wars approda sui campi di battaglia di Armada: l’Imperial-class Star Destoyer (ISD) è, come previsto, una versione più grande, più resistente e più armata del Victory-class.

Con un arco frontale enorme sui cui, rispettivamente per versione I e II, prendono posto 8 e 9 dadi di attacco, l’ISD è una nave che poco teme e molto spaventa: per quanto “ignorante”, la tattica del “punta la nave verso il bersaglio e spara finchè non esplode” è una tattica pericolosamente efficacie, che perde in fretta di efficacia solo nel momento in cui il bersaglio cambia o, per ragioni, sopravvive all’incontro e riesce ad uscire dall’arco frontale dello Star Destroyer.

L’Ammiraglio Motti torna molto in auge in questa Wave con una ormai testata ed efficacie lista: la doppia ISD. 11 scafi per nave protetti da buoni scudi e poderosi archi frontali posso resistere i 6 turni di una partita di Armada rendendo virtualmente nulli i punti accumulati dall’avversario.

Volendo invece usare i nuovi upgrade, Darth Vader in persona incrementa drammaticamente l’efficacia degli attacchi delle navi a scapito della loro difesa in generale. Nel caso di Devastator, non tutto il male viene per nuocere, e con Capitano Needa, è ancora meglio.

armada w2 4

L’arco frontale di quest Star Destroyer può facilmente arrivare a tirare più di 10 dadi di attacco al secondo turno, in media gittata.

Gli squali di Ozzel e Screed

Quasi come per i Ribelli, anche le nuove navi su base piccola dell’Impero sono state inizialmente oscurate dall’enorme ISD, anche se questa volta, l’Impero guarda avidamente alla nuova nave che garantisce velocità 4 e dadi neri a volontà (Screed è ovviamente molto contento).

Grazie a upgrade come Esperti di Armamenti, Siluri Protonici d’Assalto ed Lanciatori Espansi (Wave 1), i piccoli e agili Raider salgono rapidamente di costo in punti, ma anche di cattiveria ed efficacia a corta gittata.

In versione Ozzel, i Raider sono virtualmente capaci di essere ovunque, di solito nell’arco posteriore delle navi grandi nemiche.

armada w2 5

Un tipico Raider in una flotta comandata da Ozzel: veloce e pericoloso su qualunque bersaglio.

In versione Screed, i Raider diventano praticolarmente pericolosi senza andare troppo in su con il prezzo grazie ad artiglieria come Siluri Protonici d’Assalto e Missili a Concussione d’Assalto.

armada w2 6

Questo Raider, più economico del precedente, trova ottimo utilizzo sotto il comando di Screed.

 

Rhymer 2.0

Tra tutti gli squadroni late Impero, uno in particolare esce al top nella Wave 2: il generico Firespray. Grazie alla parola chiave Bombardiere e un buon movimento, il Firespray è un ottimo sostituto agli squadroni di TIE Bomber precedentemente dominanti nella Wave 1. Fortunatamente per molti e sfortunatamente per alcuni, solo 1 Firespray per pack è incluso, cosa che rende questa tattica (e qualsisi altro sciame di navi da Wave 2) drammaticamente costosa in termini monetari.

Migliorie più efficaci della Wave 2

  • Ammiraglio Ackbar: per i novizi, più dadi ci sono meglio è. E a volte è quello che serve. Io penso che un ammiraglio deve essere sinergico con cosa si gioca, quindi per liste più o meno “ignoranti” sicuramente Ackbar è l’ammiraglio top. Il suo alto costo e la sua alta prevedibilità lo rendono molto meno effettivo contro avversari più.. stagionati. Voto: 8/10
  • Darth Vader: un comandante sinergico con l’utilizzo e lo scarto dei token difensivi. Il reroll sui dadi permette molta flessibilità nella scelta degli upgrade, ovviamente a scapito della difesa. 8/10
  • Raggi Traenti Phylon Q7 : una modifica strategicamente molto importante e facilmente sottovalutata. Una lista con più Tractor Beam countera favolosamente le liste veloci, e impedisce la maggior parte dei movimenti delle liste già lente. Voto 9/10
  • Comunicazioni Potenziate: obbligatori per liste con molti squadroni. Un upgrade che molti considerano uno standard e che libera gli squadroni da movimenti più o meno obbligatori vicino alle navi. Voto: 9/10
  • Esperti di Proiezioni: un upgrade completamente votato all’altruismo e un nuovo modo di vedere alcune navi, soprattutto piccole. Voto 9/10
  • Deviatori dei Turbolaser: enorme boost all’attacco della sempreverde CR90A. Voto: 10/10
  • Esperti di Armamenti: Economici quanto semplici ed efficaci. Richiesti su Mc30, Raider e Demolisher. Voto: 8/10