GP “Il Risveglio della Forza” – La Tana – Tappa 2, 19/12/2015

Seconda tappa del GP per La Tana di Terni. E arriviamo al giro di boa del Gran Prix!

Report a cura di Riccardo Gragnola
Son passati appena 4 giorni dall’uscita dell’episodio VII e seguendo il fomento generale mi preparo a trasportare le meravigliose dogfight viste sul grande schermo sui mat di gioco. Per la seconda tappa del GP tifernate si sono ritrovati ben 16 stella piloti. Fra di loro ritrovo molti amici , alcuni di loro avversari in gioco di tutto rispetto.
Aiutando ad organizzare il torneo mi sveglio un oretta prima, preparo per tempo tavoli, playmat e un tavolo per il pc con il programma abbinamenti. Cavolo sarà un gran torneo con giocatori di esperienza e rookies promettenti.
Decido di portare una lista collaudata: Dash con lone wolf e recon specialist (una variante meno dispendiosa in punti rispetto al solito setting) che mi permette di bilanciare attacco e difesa sacrificando un poco di movimento. Movimento che recupero con un ala A, Jake Farrell, munito di autothrusthers e missili protonici. Infine un bandit z 95, che uso come bumper e mi permette di stare a 98 punti, decidendo quasi sempre per l’iniziativa.
In cuor mio spero solo di non incontrare al primo turno subito qlc del mio gruppo, ma essendo noi 9 su 16 la probabilità c’era.
Arrivano i primi partecipanti, seguono i primi saluti, chiacchiere del più e del meno, qualche spoiler sul film a chi non lo aveva ancora visto e confronto delle varie liste che giocheremo.
Sono le 11 quando finalmente ci decidiamo a partire e il programma sorteggia il mio primo avversario:

Turno 1: Tommaso Castagnoli
La mia solita sfortuna, spero di incontrare qualcuno di fuori ed invece…
Tommaso ha iniziato a giocare assieme a me circa 7 mesi fa con la controparte opposta, imperiale fino al midollo, si è fatto tutti i regional e il nazionale di settembre. E’ un avversario temibile, ma la mia lista stavolta è decisamente superiore alla sua. Tom porta un cattivissimo whisper con gunner accompagnato da rexler brath con cannone pesante. Potenti in attacco, ma decisamente fragili
Forse ero ancora un pò assonnato o molto più probabilmente certo della vittoria, ho giocato la peggior partita del torneo.
Vinco l’iniziativa al tiro di dado e decido di attaccare prima con Farrell per non far clockare il phantom. Lui piazza distanti una dall’altra le sue navi per sfruttare il lupo solitario su Rexler, così facendo però mi permette di partire sparato verso whisper. Giunto a range 1 con l’ala A sfrutto il missile protonico certo di shottarla, ma stupidamente sono finito davanti al suo arco e ricordo tardi la regola del fuoco simultaneo. Così eseguo un azione di evade, sacrificando il target lock, il mio attacco ne risulta debole e i 5 dadi rossi di risposta lasciano Farrell ad un solo scafo rimasto. Intanto Dash e Rexler si scambiano cortesie a suon di HLC. Jake si da alla fuga e riesce a scampare persino dalla collisione con un asteroide (ve l’ho già detto che ho giocato male in questa partita vero?), decide persino di sopravvivere a due salve di fuoco del phantom. Unica mia salvezza è il piccolo bandit che silenzioso e terribile toglie 2 scudi e infligge un critico al nemico. Anche Rexler è rimasto ad un solo scafo, perdendo il confronto con Dash. L’ultimo turno diventa importantissimo, Tom muove molto bene ed entra con whisper nella ciambella di salvataggio a range 1 di Rendar, ma decide di sparare a un lontanissimo Farrell, anzichè infierire sul mercenario. Botta di sfortuna, l’ala A fa troppi blank, anche con un autothrusthers e un focus prenderebbe danno, ma mi accorgo che la traiettoria di fuoco passa attraverso un detrito, quindi raccolgo un dado, lo lancio… ed eccolo qua, un focus che salva la pellaccia di Jake. Dash spara a Rexler che fa un triplo evade, mentre nulla può whisper contro la furia del bandit , che risolve la partita con un definitivo hit, crit, crit.
Vinco per pura fortuna abbattendo il phantom, rimanendo con Farrell e Rexler ad 1 scafo rimasto.
44-0

Turno 2: Roveno Valorosi
Sono contento che Roveno abbia vinto il primo turno, è un giovane rookie molto promettente al suo secondo torneo, ma aimhè, è il mio secondo turno contro uno dei sandcrawlers tifernati.
Roveno gioca scum, Boba Fett munito di carica sismica e missile a concussione, assieme a Serissu con mangler e un bumper simile al mio, ma versione m3a. Boba è ben protetto, se a range 1 dal nemico ritira dadi con la sua abilità, in più Roveno lo ha equipaggiato con un dispositivo schermante e dall’abilità bodyguard di Serissu (che già di suo ha l’abilità di far ritirare un dado in difesa ad un alleato a distanza 1).
Insomma, decido che il mio primo bersaglio sarà Serissu… e al primo turno di fuoco sparo a Boba (non chiedetevi perchè, non lo so nemmeno io).
Boba evita i colpi di Jake e Dash, ma perde il dispositivo schermante a causa di un hit del bandit cecchino. Al secondo turno il solito bandit intercetta la manovra di Serissu , e Dash lo spazza via, non prima che Boba colpisca duramente l’outrider. Uso ancora Dash per vaporizzare il secondo m3a, mentre Jake sgancia il suo missile protonico sul fianco dello slave 1, ormai senza alcuna protezione. Nello stesso turno le 2 navi grandi hanno perso metà dei loro punteggi. Farrell , con un solo scafo rimasto, sguscia dietro al firespray (anch’egli ad un solo scafo rimanente), ma così facendo rischia di beccarsi una carica sismica che ne segnerebbe la dipartita. Opto così per un accelerazione verso il bordo tavolo, che al turno seguente mi porterebbe inesorabilmente fuori dal quadrato di gioco, ma per fortuna il tempo è finito, Jake salvo e i due critici che il bandit rifila al cacciatore di taglie ( si 2 critici, oggi era agguerritissimo) lo eliminano definitivamente 😀
100-26 e si va a pranzare con una doppia vittoria. Hurrà!

Pausa pranzo:
Mentre segno i punteggi sul pc mi accorgo che ancora siamo in molti a 10 punti.
Alcuni giungono le mani pregandomi di non fargli incontrare Castellari, ma ragazzi, non sono mica io a fare gli abbinamenti 😛
Ed infatti al terzo turno me lo becco io, ma porc…

Turno 3: Castellari Francesco
Forse Checco è stato il più galvanizzato da episodio VII, tanto da spingerlo a riproporre una coppia di piloti del nuovo Risveglio della forza: Han e Poe (che sia il passaggio di testimone fra Harrison e Isaac che la lista del Checco sta a simboleggiare?)
Non lo so , ma sicuro qui non mi potrò permettere errori.
Guardo la sua lista: Poe ha istinti da veterano e il droide recupera scudi, con PS 10 rischio che Farrell non riesca a sparargli i missili, uff…
Vabbè userò i protonici sul falcon per danneggiarlo fino a metà e poi mi dedicherò a Poe.
Come al solito in barba alle mie tattiche pre partita finisco per attaccare prima l’x wing.
Dopo uno scambio di cortesie in cui sia Dameron che lo z 95 si tolgono uno scudo, Dash guadagna il centro del campo muovendosi senza difficoltà sopra i detriti.
Nel secondo turno di fuoco Dash colpisce duro Poe, togliendogli 2 scudi, uno dei quali gli viene prontamente rigenerato da r5p9. Dal canto suo il mercenario riesce a difendersi bene grazie al doppio focus e al reroll di lupo solitario da entrambe le navi avversarie perdendo solo 3 scudi. Ma è al turno seguente che si determina la partita. Con Dash intuisco la manovra di Poe, mentre Jack lo targetta e si prepara al bersagliamento. Poe va a impattare contro lo scafo dell’YT avversario e viene inevitabilmente polverizzato dal missile protonico di Jake.
La partita è ora in discesa , ma non posso abbassare la guardia: un falcon pilotato dal Checco è sempre pericoloso, anche se da solo. Per fortuna il fatto che non abbia miglioria al motore mi permette di stare sempre oltre range2 con Dash e oltre il suo arco di vista con Farrell. Il bandit cade, ma non prima di aver eroicamente resistito per due turni consecutivi al fuoco ravvicinato di Han Solo. Alla fine entrambi gli YT perdono metà del loro totale fra scudi e scafi e questo mi da un buon margine di vittoria con Farrell intonso.
70-38

Turno 4: Patrick Partesotti
Ed eccola qua, la mia bestia nera. Contro Patrick ho perso quasi sempre e sempre alla sua maniera: ovvero con molte carte danno in eccesso sulle mie navi decedute. Insomma un dispensatore di schiaffi gratuito. Ho però due sicurezze in questa partita: con un margine di 3 vittorie e un buon MoV ho la certezza di essere già in top anche se perdo. Inoltre gioco Dash e con questa nave, contro Pat, non sono mai uscito sconfitto dalle nostre sfide.
Lui schiera la papa-mobile class-shuttle Lambda, con “imperatore modifica dadi del cavolo” nell’angolo a destra, sul lato opposto lo sfuggente barone Fel e Darth Vader al centro a dispensare critici con il suo advanced target computer.
Io piazzo il bandit a sinistra, girato in modo da raggiungere velocemente la lambda. Dash al centro a tenere d’occhio la lambda e intercettare i due TIE all’occorrenza. Farrel va a tenere compagnia al bandit, puntato contro Soontir. Patrick va diretto con le 2 navi più agili verso l’odiato “torrettaro”, mentre con la lambda avanza a rilento a forza di 0 rosse e 1 verdi, mantenendola fuori dal combattimento. Rendar subisce 1-2 danni, ma ricambia danneggiando Vader. Il missile protonico di Farrell fa anche lui un danno al darklord, che si difende con 3 evade e un segnalino schivata, ma rimane così senza scudi. Al turno seguente Dash intercetta la traiettoria del barone e il duo Jake/bandit gli infligge doppio danno. La storia si ripete il turno seguente, ma stavolta è il bandit a tamponare e Dash ad eliminare definitivamente il barone. Un paio di turni dopo tocca la stessa sorte alla lambda e al mio povero z95. Lui è rimasto con il solo Darth Vader già danneggiato, ma è lungi dall’arrendersi. Grazie ad un astuta manovra si porta a range 1 dal mercenario e infligge un critico, giro la carta e mi ritrovo un innesco per un altro critico che procura doppio danno allo scafo dell’YT. A questo punto, con Dash che ci lascia a fine partita, stiamo pareggiando. Ma Farrell ha aggirato l’avversario e si è posizionato alle sue spalle, tirando 3 dadi di attacco gli procura un doppio danno che lascia il TIE advance senza più alcuno scafo.
100-67

Alla fine dei conti chiudo al primo posto con 20 punti e nessuna sconfitta, anche grazie a una fortuna sfacciata mi ritrovo in top 4 al secondo gp di fila, e come successe nell’altro sono in compagnia di Bennati e Marmorini. Non sono il solo sandcrawlers tifernate, anche Brasanti si è qualificto in top 4, ma in terza chiamata, quindi sono sicuro che stavolta nn finirò contro uno dei miei compagni.

Top 4: Matteo Bennati
E’ la seconda volta che incontro Matteo in una sfida da torneo. Ha una temibile lista rigenera scudi con Luke e Poe, con istinti da veterano su entrambi, che le permette di muoversi dopo tutte le mie navi, boost su Skywalker e una TLT montata su un Y wing come accompagnamento. Decido di schierare lontano Farrell da Dash e lo z95 al centro tavolo. Lui piazza le sue tre navi tutte vicino, esponendo volontariamente il fianco della Y per proteggere gli altri 2 assi ribelli. Inizio bene con lo z95 che si scambia un danno di cortesia con Poe, mentre Dash infligge un solo danno alla y. Farrell è ancora lontano e mi rendo conto con sgomento che ho mosso veramente male, chiudendo Dash in un angolo con il bandit nelle vicinanze, il che potrebbe impedirmi di sparare e non avrei nemmeno lone wolf a proteggermi. Decido così una manovra avventata. Dash vira bruscamente verso il trio avversario, poi con un barrel roll si mette su una delle possibili traiettorie di Poe, con Farrell aggancio il T-70 e mi avvicino a quella che spero sarà una nave senza azioni La fortuna mi arride, Poe va a sbattere contro Dash, permettendo così a Farrell di colpire duramente. Matteo però con una mossa tattica brillante piazza Luke con un boost alle spalle di Jake e attaccando prima gli regala 2 hit e 2 critici. Jake fa 1 blank e 2 focus, il che mi costringe a usare il focus in difesa per salvarmi, perdendo “solo” 2 scudi. Così facendo però non posso usare il missile su Poe che per questo turno è salvo. La y intanto continua a martellare Dash che perde tutti gli scudi, ma questo nn gli impedisce di cannoneggiare un Poe in fuga, eliminandolo. La Y è un problema e decido con Jake di piazzarmi in sicurezza alle sue spalle ed eliminare anche lei con il missile. Con il solo Skywalker rimasto, Matteo non può molto altro e alla fine vede anche il pilota di x wing cadere sotto i colpi dell’HLC
100-26

Finale: Matteo Brasanti
Matteo al suo secondo GP, arriva in finale per la seconda volta dopo la vittoria ad Arezzo, e questo la dice lunga su quanto sia temibile come avversario. Porta una sciame a PS medio alto, capitanato da Howlrunner e munito di crackshot su 5 navi.
Un piccolo aneddoto su di lui: Questa mattina mi aveva messo al corrente del suo pensiero su come, durante l’unboxing di un Ala A, fosse rimasto perplesso che giocassi Farrell al posto di Tycho, secondo lui era molto più forte quest’ultimo. Penso che dopo la finale si sarà ricreduto.
So che punterà subito Dash e decido di schierarglielo davanti, per poi scappare tenendomi per quanto possibile a range 3 da uno solo dei TIE. Jake e il bandit partono ai lati, accerchiando lo sciame.
La tattica funziona, uso i barrel roll per allontanarmi e virare, ma per due volte un TIE diverso mi raggiunge, spara, usa crackshot e infligge 2 danni. Dash di rimando, oltre che non schivare nulla, sembra anche essersi munito per la finale di un cannone a salve e per 4 volte di fila fa un solo misero hit, evitato facilmente dai TIE.
Il punto critico si raggiunge al 4 turno, Jake per evitare un asteroide deve allargarsi non potendo usare il missile, il bandit riesce a infliggere un danno a Howlrunner, mentre Dash ormai con 3 TIE vicini rimane ad un solo scafo.
Il quinto turno l’outrider cade per la seconda volta oggi, non prima di aver assestato due danni ad un TIE. Matteo può cambiare obiettivo e mirando il bandit lo elimina nello stesso turno.
La situazione è bruttissima. Dopo soli venti minuti trascorsi, mi rimane una sola nave contro 6 TIE Fighters, di cui 4 integri, uno con un solo scafo rimasto e Howlrunner con 2 scafi.
Decido di portare con me almeno un TIE, mentre Matteo già mi chiede di concedergli la vittoria, mi avvicino alle spalle dello sciame, sparo un missile ed elimino un black pilot, poi punto su Howlrunner. Tale accanimento e la stanchezza accumulata fa commettere un errore a Matteo, che piazza una segnor loop proprio su Howlrunner stressato. Me ne accorgo e come un avvoltoio ghermisco il suo dial, gli piazzo una 5 dritta e lo spedisco fuori dal tavolo. Al seguente turno elimino il TIE con un solo scafo rimasto. Farrell sembra un indemoniato nel bel mezzo di un vespaio di TIE impazziti: la rimonta è possibile visto che la finale nn è a tempo.
Poi una manovra avventata e un bel blocco di Matteo smorzano il mio entusiasmo. Raffica di colpi e la mia povera Ala A rimane ad un solo punto vita.
Comincia ad esser tardi, il Brasa mi prega in ginocchio di concedergli la finale che deve andare al cinema a vedere episodio VII, io lo minaccio che se nn mi da partita vinta gli spoilero il finale.
E intanto un altro TIE cade. Ne rimangono 2.
Con Jake scappo, circondo e poi attacco un TIE alle spalle mantenendomi a range 3 o fuori arco di fuoco dell’altro e poi torno a scappare. E’ una battaglia di logoramento, infliggo pochi danni e so bene che un solo colpo mi sarebbe fatale.
Colpisco un TIE e gli impedisco di spararmi al turno seguente in cui mi vedrà grazie ad un critico del vecchio mazzo danni. Mentre inseguo questo TIE che gira cieco per il tavolo, Matteo compie una manovra a tenaglia, circondandomi. Mi impone una scelta difficile: sparare al TIE cieco e lasciarmi colpire a range 1 dall’altro TIE, oppure boostare e perdere un ulteriore turno di fuoco. Alla fine opto per una terza scelta, metto focus e innesco l’abilità di Jake che fa barrell roll piazzandosi davanti all’altro TIE, con 3 hit danneggio l’ultimo scafo rimastogli e questo fa crollare il morale del mio avversario che infine concede e può finalmente correre al cinema.
Vittoria sofferta, al termine di una finale lunghissima.

Turno 1

Luca Schillaci- Carlo Tozzi 27-100
Roberto Rossi- Matteo Bennati 63-50
Fiorenzo Delle Rupi- Castellari Francesco 0-63
Alessandro De Bono- Andrea Gasparrini 67-31
Alessandro Marmorini- Matteo Brasanti 70-100
Tommaso Castagnoli- Riccardo Gragnola 0-44
Patrick Partesotti- Lorenzo Valcelli 33-29
Roveno Valorosi- Giacomo Pazzaglia 100-45

Turno 2

Carlo Tozzi- Castellari Francesco 0-87
Roveno Valorosi- Riccardo Gragnola 26-100
Alessandro De Bono- Matteo Brasanti 18-100
Roberto Rossi- Patrick Partesotti 0-100
Lorenzo Valcelli- Matteo Bennati 0-100
Alessandro Marmorini- Andrea Gasparrini 100-24
Tommaso Castagnoli- Giacomo Pazzaglia 100-0
Fiorenzo Delle Rupi- Luca Schillaci 100-35

Turno 3

Castellari Francesco- Riccardo Gragnola 38-70
Matteo Brasanti- Patrick Partesotti 29-55
Matteo Bennati- Tommaso Castagnoli 100-37
Alessandro Marmorini- Fiorenzo Delle Rupi 100-54
Carlo Tozzi- Roveno Valorosi 0-100
Alessandro De Bono- Roberto Rossi 66-100
Lorenzo Valcelli- Andrea Gasparrini 100-0
Luca Schillaci- Giacomo Pazzaglia 100-60

Turno 4

Riccardo Gragnola- Patrick Partesotti 100-67
Matteo Bennati- Castellari Francesco 70-63
Alessandro Marmorini- Carlo Tozzi 100-24
Matteo Brasanti- Roberto Rossi 100-37
Lorenzo Valcelli- Tommaso Castagnoli 0-100
Fiorenzo Delle Rupi- Alessandro De Bono 12-100
Luca Schillaci- Roveno Valorosi 73-100
Giacomo Pazzaglia- Andrea Gasparrini 33-100

TOP 4

Matteo Bennati- Riccardo Gragnola 26-100
Alessandro Marmorini- Matteo Brasanti 85-100

FINALE

Riccardo Gragnola- Matteo Brasanti 85-75

Classifica al termine dei round di svizzera

Riccardo Gragnola 20 / 583 / 43
Alessandro Marmorini 15 / 568 / 35
Matteo Brasanti 15 / 549 / 48
Matteo Bennati 13 / 557 / 35
Patrick Partesotti 13 / 497 / 50
Castellari Francesco 10 / 511 / 48
Tommaso Castagnoli 10 / 493 / 38
Carlo Tozzi 10 / 410 / 40
Alessandro De Bono 10 / 408 / 35
Roveno Valorosi 10 / 308 / 35
Roberto Rossi 10 / 284 / 51
Lorenzo Valcelli 5 / 296 / 41
Luca Schillaci 5 / 275 / 25
Fiorenzo Delle Rupi 5 / 268 / 40
Andrea Gasparrini 5 / 255 / 30
Giacomo Pazzaglia 0 / 138 / 30

Classifica finale

Riccardo Gragnola 20 / 583 / 43
Matteo Brasanti 15 / 549 / 48
Alessandro Marmorini 15 / 568 / 35
Matteo Bennati 13 / 557 / 35
Patrick Partesotti 13 / 497 / 50
Castellari Francesco 10 / 511 / 48
Tommaso Castagnoli 10 / 493 / 38
Carlo Tozzi 10 / 410 / 40
Alessandro De Bono 10 / 408 / 35
Roveno Valorosi 10 / 308 / 35
Roberto Rossi 10 / 284 / 51
Lorenzo Valcelli 5 / 296 / 41
Luca Schillaci 5 / 275 / 25
Fiorenzo Delle Rupi 5 / 268 / 40
Andrea Gasparrini 5 / 255 / 30
Giacomo Pazzaglia 0 / 138 / 30

Squadriglie Top 4

Riccardo Gragnola 98
Dash Rendar- Lone wolf- Recon Secialist- Heavy laser cannon- titolo outrider (53)
Jake Farrell- titolo a/wing test pilot- Veteran instinct- Push the limit- autothrusters- proton rocket (33)
z95 bandit pilot 12

Matteo Brasanti 100
Howlrunner – determination- hull upgrade (22)
Omega squadron pilot TIE/fo- crackshot (18)
Blck squadron pilot+ crackshot X 4 (60)

Alessandro Marmorini 100
Dagger Squadron Pilot x3 (72)
Gray Squadron Pilot- TLT- titolo BTL 4- droide R3/A2 (28)

Matteo Bennati 100
Poe Dameron- Veteran instinct- droide R5P9- autothrusters (37)
Luke Skywalker- Veteran Istinct-droide r2d2- Engine Upgrade (37)
Gray Squadron Pilot-TLT (26)