Guida: Ostacoli

Davide ci insegna come evitare di diventare abbraccia-asteroidi professionisti e sfruttare gli ostacoli a nostro vantaggio.

sovrapposizioni (6)

Benvenuti Stellapiloti! in questa semplice e spero esaustiva guida strategica analizzeremo le regole base riguardo agli ostacoli oltre ad alcuni semplici consigli per il loro piazzamento ottimale durante le partite. Prima di tutto qualche nozione introduttiva: che cosa sono gli ostacoli?

Gli ostacoli sono elementi di gioco che influiscono in maniera importante per quanto riguarda l’elemento strategico di Star Wars X-Wing. Attualmente nel gioco sono presenti due tipologie di ostacoli: Asteroidi e le Nubi di Detriti

Quali sono le regole e gli effetti degli ostacoli?

Le regole base per asteroidi e nubi di detriti in quanto rientranti nella categoria “Ostacoli” (vedi regolamento ) siano le stesse. Gli ostacoli influenzano la partita in tre circostanze:

  1. Se il righello di manovra della nave si sovrappone ad un ostacolo mentre stai eseguendo una manovra (rif. foto di apertura)

sovrapposizioni (7)

  1. Se la nave “atterra” su un ostacolo, sovrapponendo (entrando in contatto) quindi la basetta all’ostacolo al termine del movimento

sovrapposizioni (5)

  1. Se un ostacolo nella misurazione della gittata si interpone tra attaccante e difensore, fornisce il c.d Bonus di Ostruzione al difensore (e quindi un dado verde in più)

asteroidi 2

In questo esempio, l’ostacolo si frappone tra Ala-X e Caccia TIE.

Fatta questa premessa, Asteroidi e Detriti producono effetti diversi sui veicoli che vi si sovrappongono:

Asteroidi

asteroidi

  1. Si perde la possibilità di effettuare azioni;
  2. Si tira un dado rosso e si subisce l’eventuale danno scaturito da un colpo o colpo grave subito;
  3. Se la Nave “atterra” su un asteroide – cioè la sua basetta al termine del movimento è interamente o in parte sopra un asteroide – non potrà effettuare attacchi.

Detriti

nubi

  1. Si perde la possibilità di effettuare azioni e si riceve un segnalino tensione*;
  2. Si tira un dado rosso e si subisce l’eventuale  danno scaturito da un colpo grave subito (ergo, si prende danno solo con il “critico”);
  3. Se la Nave “atterra” su un asteroide (esempio punto 2)  potrà comunque effettuare attacchi.

*Nota bene: Il segnalino tensione si riceve alla fine della fase “Controllare la tensione del pilota” (Punto 4 della fase di attivazione pag 7 del manuale base) quindi se la vostra nave si muove attraverso una Nube di Detriti eseguendo una manovra verde, riceverà comunque un segnalino tensione.

IL PIAZZAMENTO DEGLI ASTEROIDI

Il piazzamento degli asteroidi, sebbene non sia una scienza esatta al 100% segue (o dovrebbe seguire) alcune semplici strategie, analizzate anche dal due volte Campione del Mondo Paul Heaver in un articolo scritto per Fantasy Flight nel 2014.

Possiamo classificare queste strategie in tre categorie: Loose, Line, Tight.

Strategia Loose

E’ una strategie che si rivolge soprattutto a liste che puntano su due elementi: Manovrabilità e Numero. Il tipico esempio è rappresentato dal sempre affascinante sciame di Caccia Tie che per potersi muovere in formazione, senza perdere turni di fuoco e subire danni collaterali dagli ostacoli ha bisogno di tutto lo spazio disponibile sul campo. Si piazzano quindi i propri ostacoli, negli angoli estremi del campo, cercando quindi di prediligere successivamente una strategia di gioco che prediligerà il centro del tavolo da gioco (sempre che il nostro avversario ce lo permetta).

loose

Strategia Line

Consiste nel disporre i propri ostacoli in linee verticali o orizzontali, analogamente alla strategia Loose, si pone come strategia che se adottata, permette di limitare il più possibile il ruolo degli ostacoli nella partita, lasciando tendenzialmente libero il centro e il lato opposto del campo, ma con un’importante risvolto strategico di controllo sulla squadriglia dell’avversario. Il piazzamento in linea verticale infatti ci permette di indirizzare i movimenti dell’avversario per alcuni turni, permettendoci di predisporre al meglio lo scontro, bloccando ad esempio una o più linee di uscita (sempre che l’avversario si schieri parallelamente alla linea).

line

Strategia Tight

Sicuramente una delle strategie più utilizzate (anche involontariamente) nel gioco. Consiste nel piazzare gli ostacoli al centro del campo, affinché questi abbiano un grande effetto sulla partita. Risulta particolarmente indicata per le navi con torretta, che possono liberamente manovrare evitando il centro sparando comunque al bersaglio migliore. E’ una strategia che comunque è indicata anche per contrastare navi particolarmente agili nei movimenti, ma soprattutto sciami. Lo schema più utilizzato è il “Triangolo della Morte”

tight

Detriti o Asteroidi?

Concludiamo questa guida strategica con alcune considerazione sulla scelta del tipo di ostacolo che andremo ad utilizzare per formare il nostro set da 3 o da 6 ostacoli, nel caso di partite Epic/Team Epic.

La scelta di tipo di ostacolo può fare la differenza?

A prescindere dalla strategia di piazzamento, dobbiamo prima di tutto tenere in considerazione che tipo di nave utilizziamo, e di eventuali abilità pilota, in secondo luogo del “Metagame” in cui andiamo a giocare, e quindi delle liste che probabilmente andremo ad affrontare. Se vogliamo che gli ostacoli abbiano un ruolo importante nelle nostre partite, andremo a scegliere quelli più grandi, viceversa, se vogliamo limitarne l’impatto quelli più piccoli. Se giochiamo navi particolarmente fragili o con pochi punti scafo o scudi, opteremo per i detriti, dopotutto il costo di uno stress è accettabile pur di ridurre la possibilità di subire danni.

Facciamo alcuni esempi pratici:

Dash Rendar

Se si parla di ostacoli, è il primo da tenere in considerazione perché gli ignora durante la fase di attivazione e mentre effettua azioni. È il pilota che permette di adattare al 100% la strategia degli ostacoli alla lista. Se impostiamo una lista difensiva, è meglio scegliere gli asteroidi, per nascondere Dash dagli attacchi a R1 quando utilizziamo un cannone laser pesante altrimenti, se impostiamo una lista più mobile (con Miglioria ai Motori per esempio) è importante che Dash eviti il più possibile gli asteroidi per non perdere turni di fuoco, e quindi sarà preferibile optare per i detriti).

Keyan Farlander

Un pilota che prende vantaggio dai segnalini tensione, sono quindi particolarmente indicati i detriti. Keyan con sensori avanzati può tranquillamente eseguire la sua azione del turno, prima di muoversi attraversi i detriti e prendersi un segnalino stress da usare poi in attacco (c’è sempre però 1 possibilità su 8 di prendere un danno).

Shuttle Lambda & YV-666 – Navi grandi in generale

Sono navi che non hanno nella manovrabilità il loro punto di forza, ed è bene che non siano stressate. E’ quindi preferibile utilizzare gli asteroidi avendo comunque queste navi un alto numero di scudi, e punti scafo, possono tranquillamente sopravvivere ad una o due sovrapposizioni durante la partita. Si potrebbe andare avanti all’infinito, ma questa guida ha come obiettivo quello di darvi una panoramica sul ruolo degli ostacoli nel gioco e di come sia importante (e spesso sottovalutato) il loro piazzamento ad inizio partita.

“The odds of successfully navigating an asteroid field is 3,720 to 1!”

– C-3PO