L’efficienza dei personaggi in Destiny

Ma quindi Destiny è un gioco di dadi o di numeri?

Allo scorso Nazionale di Settembre 2018, la top 8 ha visto una buona varietà di mazzi. Oltre alla “sorpresa” Yoda/Hondo – che puntando tutto sulla velocità e lo special chain ha spiazzato gli avversari abituati ai turni leeeeeenti dei mazzi Snoke/Aphra/Battle Droid – Annaliese Milne ha raggiunto il quinto posto finale (uscita in Top 8, entrandoci come 2° seed della svizzera) con un mazzo salito alla ribalta la scorsa estate: Madre Talzin + 2x Super Commando Mandaloriano. Cliccando sul link, potrete leggere l’analisi del mazzo (in versione BUDGET!) realizzata da YOUR Destiny, il principale blog europeo dedicato a SW Destiny con cui abbiamo avviato una collaborazione per lo scambio di contenuti sul nostro gioco collezionabile di carte e dadi preferito!

 

A parte i buoni risultati ottenuti dal mazzo in giro per l’America, è stata la sua consistenza a convincere Anna a giocarlo. L’unico matchup che non aveva testato a fondo era proprio quello (fondamentale, argh!) contro Snoke veicoli. Ma il risultato è stato decisamente ottimo! La scelta del mazzo non è stata facile, ma il risultato ci ha portato a controanalizzare la scelta fatta alla luce di alcuni interessanti post su questo argomento trovati su reddit. Parafrasiamo il contenuto di questi post, riportandolo di seguito.

Immaginate la seguente variazione delle regole base di Destiny:

30 punti per giocatore
ogni punto ferita (HP) costa “1 punto”
Infliggere 1 danno costa 3 punti per punto danno inflitto
Il danno viene inflitto simultaneamente a ciascun personaggio pari al loro valore di danno e il personaggio muore quando punti ferita = 0
Il vincitore è l’ultimo personaggio in piedi, o il gioco è un pareggio se nessuno dei due giocatori rimane vivo alla fine

Quale sarà (sulla carta) il personaggio più flessibile per ogni occasione? Un personaggio che ha 15 HP e una somma delle facce danno pari a 5 danni.

Mentre puoi costruire un personaggio che si lega a questo, niente lo batterà mai. Il motivo è che questo personaggio usa ottimalmente la formula “DPS*punti ferita”, ovvero “Danni per Secondo”. Se D1   rappresenta il danno del personaggio 1 e H1 rappresenta i suoi punti ferita, quindi il personaggio 1 muore nel turno MASSIMO(H1/D2) mentre il personaggio 2 muore durante il turno MASSIMO(H2/D1).Ciò significa che se si massimizza il prodotto di H1xD1, allora il personaggio sarà imbattibile (ma questo di fatto potrebbe essere variabile – vi ricordo che stiamo ragionando “per assurdo”!).

Questo fornisce una formula per calcolare sommariamente il livello di “potenza” dei singoli personaggi, ma per quanto riguarda gruppi di personaggi come dovremmo fare? La legge del Quadrato di Lanchester ci fornisce una risposta relativamente semplice! In parole povere, il potere di un gruppo di personaggi identici è pari al prodotto di qualità e quantità, elevato al quadrato! (qualità x quantità^2). Il Valore “quantità” è facilmente definibile come 1/(costo del personaggio) mentre la sua “qualità” è descritta qua sopra dal prodotto (Punti Ferita x Danni per Secondo) La quantità è facilmente definita come (1 / costo) e la qualità è già stata mostrata sopra per essere HP * DPS.

Pertanto, il livello di potenza di un personaggio può essere modellato come

DPS * punti ferita / (costo)^2  (per DPS utilizzeremo la SOMMA dei valori delle facce danno)

Dato che i personaggi non infliggono solo danni – approssimiamo il più possibile questo concetto! – ma producono anche risorse, focus e scudi, potremmo considerare ognuno questi come equivalente a 1 “danno”. Considereremo invece ogni punto di Danni Indiretti disponibili sulle facce dei dadi come pari a 0,75 danni. Questo ha lo scopo di rappresentare come i danni “normali” abbiano il valore aggiunto di poter decidere su quale personaggio avversario concentrarli!La tesi alla base di questo ragionamento quindi ci dirà che Medico da Campo costa 1 risorsa + 1 carta + 1 azione e cura 2 danni, mentre Ringiovanire cura 1 e costa 0 risorse + 1 carta + 1 azione. Da ciò è possibile dedurre che una risorsa varrà 1 danno, e lo stesso vale per l’aver giocato una carta. Giocare una carta ha quindi lo stesso valore (di gioco) di infliggere un danno! Uno scudo bloccherà invece 1 danno ricevuto dal bersaglio dell’attacco, e un dado concentrazione – in genere – modificherà un dado trasformando una faccia che mostra un valore di 1 in una faccia che mostra un valore di 2 (1 concentrazione = +1 danno, di media).

Tenendo a mente queste ipotesi, vi offriamo una valutazione dei personaggi del set Vie della Forza. In linea di massima, potete usare queste considerazioni come “linea base” per valutare i personaggi in generale, ma sappiate che più allargherete il campo di analisi, meno precisa sarà la valutazione. Ipotizzando il migliore scenario applicabile ai vari personaggi, abbiamo considerato la possibilità di applicare 2 reroll gratuito dei dadi in ogni round, offerto da abilità generiche. Ad esempio, il Super Commando Mandaloriano infliggerà preventivamente 1 danno ogni turno. Per me, ciò è molto vicino alla realtà dato che carte come il Cubo di Sorte permettono di “ciclare” continuamente migliorie a costo nullo.

Proprio sulla base dei criteri esposti qua sopra, il Super Commando Mandaloriano risulterà essere il personaggio più efficace, seguito da Snoke. Se invece andassimo a cercare la combinazione di personaggi più efficace e consistente, la scelta non potrebbe che ricadere su Madre Talzin + 2 Super Commando Mandaloriano, uno dei mazzi con la migliore media ponderata dei coefficienti di efficienza.

Per quanto possa sembrare che stiamo lanciando numeri a caso, è innegabile che la combinazione più efficiente sarà probabilmente la migliore rilevata come media ponderata delle valutazioni di efficienza, il che rende teoricamente il Madre Talzin + 2 Super Commando Mandaloriano il mazzo più efficiente del meta attuale (contro gli .42 e .38 dei runner up!). Ciò è ragionevolmente valido soprattutto nel formato Trilogy! E voi cosa aspettate a provare questo mazzo in tutte le salse, magari nella sua variante rossa Piett/Mandaloriani?