BLOGMetaX-Wing 2E

Marascaracconta: il meta di metà Novembre

Pubblicato il

Con l’aiuto di Pispi e Zemmotto, l’analisi più brutale del 2020.

Il gruppo (ndPiffo: facebook) è stato troppo tranquillo negli ultimi giorni, diamogli una scossa con UNA SCIENTIFICAMENTE ACCURATA E ASSOLUTAMENTE OBIETTIVA TIER LIST pre cambio punti nata da una discussione con Giacomo Pasquini e Samuele Rasulo

Tier 1: IMPERO.
Nonostante i tentativi di Patrick e fanboy vari di cercare di far finta di niente o di farci credere che non sia vero giocandone versioni brutte, lo sciame sloane è l’archetipo più forte del meta.
Gli assi non sono più quelli di una volta (per quanto Desco giuri sulla testa di PV che non è vero e che echo è fortissima), ma tanto a che serve avere ps mille e riposizionamenti quando ti basta “spegnere” le navi avversarie riempendole di stress quando osano prenderti punti?

Tier 2: RESISTENZA.
Ho le dita che mi sanguinano a scriverlo, ma purtroppo ormai non c’è pianto che tenga: dopo soli 2 anni di completa inutilità la resistanza ora non solo è giocabile, ma è addirittura varia e forte! Ha liste per ogni gusto, dagli assi alle beef passando per quel concentrato di frustrazioni per tutti che è la 5A.
Durerà più di 2 settimane?

Tier 3: SCUM.
Se ci fosse un pilota da mettere in copertina alla seconda edizione sarebbe Boba: è stato rilevante in ogni singolo meta e lo è ancora oggi.
Nei gruppi internescional si piange anche forte per gli sciami da 6 pezzi di fang e scyk, io c’ho giocato poco e non me la sento di espormi in un senso o in un altro, però lo sappiamo tutti che le bestemmie sono direttamente proporzionali al numero di dadi verdi di una lista.

Tier 4: SEPARATISTI.
La fazione che si ostina a non voler giocare a xwing seguendo le regole come tutti gli altri sicuramente risente del nerf del tutto inaspettato ai nantex. Però gli sciami sono sempre forti, i discord rovinano le amicizie e soprattutto tocca ancora capire se i nantex sono morti davvero… Dopotutto Faan è stato a un tiro di dado dal vincerci anche il gsp invitational… Com’è che non li prova più nessuno?

Tier 5: PRIMO ORDINE.
Altra fazione che come la resistenza è nata storpia e bastonata, finalmente inizia a intravedere un po’ di luce in fondo al tunnel. Malarus, Gideon e soprattutto Terex crew sono carte potenzialmente sbagliate che forse ancora devono trovare la giusta formula. Anche Kylo, grazie a quel capolavoro indiscusso di design che è la forza, sta lì pronto a far rosicare innocenti giocatori, ma per il momento è indietro rispetto alle combo che offre Holo e all’efficienza di buoni generici come i silencer, gli SF e tie/fo

Tier 6: REPUBBLICA.
Sono stato indeciso se mettere o meno repubblica e ribelli in fondo a parimerito perchè entrambi fanno abbastanza schifo. La Repubblica alla fine l’ha vinta perchè 4 jedi sono uno dei pochi archetipi che parte forse sopra allo sloane swarm e che ha speranze di giocarsela anche contro altro.
Non va comunque bene: è una fazione profondamente segnata da orrori di design difficili da bilanciare (coff coff abilità dell’aetherspite) e punti messi a caso come per esempio i 51 della LAAT generica nella stessa wave in cui un effetto simile costa 43 e sta sopra una nave a ps 5.

Tier schifo: RIBELLI.
Tutto quello che possono fare, la resistenza lo fa meglio. Non hanno un pilota decente uno che non sia Wedge, pagano troppo tutto e l’unica particolarità che gli resta è la 4K, un archetipo di cui sinceramente si stava meglio senza che fosse giocabile.
AH però 18 mesi fa avevano Leia a 2 punti, quindi che muoiano male per espiare le colpe di tutto ciò che è stato rotto in questa stupenda nuova edizione.

Aspetto con ansia la tier list di Alessandro Zara Zaramella

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.