Stellapiloti: Francesca Gatti

Oggi intervistiamo Francesca, fresca di un secondo posto al torneo Stelle e Strenne e vincitrice del premio Leia Organa al National 2014

Ciao Francesca! Dicci un po’ chi sei e cosa fai nella vita.

intervista f gatti (3)

Ordunque, ciao a tutti! Sono Francesca detta e conosciuta come Penny, ho 18 anni e frequento l’ultimo anno del liceo Classico Cairoli di Varese.
Quando non sono nella mia Bat-Caverna a studiare vicende di gloriosi eroi, mi piace costruire oggetti di qualunque tipo, strimpellare la tastiera, dipingere, aiutare i compaesani e leggere romanzi fantasy o d’avventura. Quando lo studio (e papà) me lo consentono, adoro prendere le navette e sfidare gli amici a X-Wing, provando liste improvvisate o lasciandomi consigliare da chi ne sa di gran lunga più di me.

In che club/associazioni giochi di solito? Dove e quando vi riunite?

intervista f gatti (4)

Sono parte di Valludica, associazione che si riunisce ogni martedì e venerdì sera e nella quale si può trovare qualunque genere di gioco, da “Magic” a “Warhammer”, da “Ticket to ride” a “D&D”. Quando riesco a trovarmi con gli altri porto sempre l’arsenale, così da non perdere occasione per lanciare un po’ di dadi rossi e verdi e allenarmi a schivare gli asteroidi.

Come ti sei avvicinata a X Wing MG?

Alcuni ragazzi dell’associazione l’hanno proposto e Marco, uno di loro, mi ha iniziata al gioco leggendo il regolamento con me (era anche la sua prima partita).
L’attrazione per l’alleanza ribelle è stata istintiva, poi Stefano, Alessandro e Manuel hanno proseguito nell’allenarmi, essendo anche loro grandi appassionati oltre che ottimi copiloti.

Quale è l’aspetto o la meccanica che ti ha colpito maggiormente del sistema di gioco?

intervista f gatti (2)

Adoro il fatto che lo svolgersi della partita sia imprevedibile, perchè per quanto uno possa schivare gli asteroidi può sempre incappare in qualche imprevisto dato da danni gravi o particolari abilità dei nemici (per non parlare dei risultati dei dadi…).
Mi piace mettermi in gioco turno per turno, senza arrendermi; anche quando è rimasta una sola navetta in campo volo il più lontano possibile e cerco una strategia che mi salvi dallo 0-100, e quando non ci riesco pace, è stato divertente cercare una scappatoia.
Se poi mi va anche bene, un buon risultato non si schifa mai…

Imperiale o Ribelle? Perché?

Non c’è una ragione particolare per cui sia tanto attratta dall’alleanza, forse il design delle navette o forse il fatto che io stessa vorrei avere un maestro Jedi come mentore che mi insegni norme morali e strategie di combattimento.

Quale è la tua nave preferita tra quelle uscite finora sul mercato italiano?

Senza dubbio l’Ala X! Avendo 2 dadi da difesa come base mi trasmette sicurezza molto più che un Falcon, un’Y o una B, senza contare i 3 di attacco, il 5 totale tra scafo e scudi (la presenza di scudi!!) e le tante manovre possibili.  L’unica pecca è la mancanza di Barrel Roll e Boost fra le azioni base, ma d’altronde non si può avere tutto.

Descrivi la tua “squadriglia tipo”, la tua preferita. Che cosa ti spinge a giocarla? Su cosa punti? Quali sono i suoi punti deboli?

intervista f gatti (1)

http://xwing-builder.co.uk/view/155460/pinguino

Nella mia squadriglia tipo devono esserci almeno 3 navi, meglio se 4.
All’ultimo torneo ho portato 3 X e uno Z.
Garven Dreis con abilità di pilotaggio 8 grazie a R2-D6 affiancato da Airen Cracken senza upgrade, preceduti da un Pilota Matricola nudo e dall’immancabile Biggs Darklighter leggermente appesantito.
Con questa punto a massimizzare l’attacco contro una sola nave e a passare più focus possibili al poveretto che deve subire gli attacchi nemici.
Il suo punto debole è quello di tutti gli sciami, ossia che arrivato a metà campo è generalmente costretto a rompersi perdendo così la convergenza fra le navi “a gittata 1”.

Su cosa lavorerai per migliorarla?

Voglio migliorare non tanto i piloti e le loro combo quanto più la mia abilità di pilotarle: se evitassi di parcheggiare sugli asteroidi probabilmente riuscirei di più a sfruttare gli 11 dadi d’attacco generali…

Cosa ne pensi delle prossime novità in uscita? Cosa attendi con più impazienza?

Gli Scum in generale: voglio trovarmici faccia a faccia e vedere come muovono e di conseguenza come comportarmi.

Che tipo di impatto pensi avranno le prossime uscite sul gioco?

Di certo lo renderanno ancora più variegato: nuove navi, nuovi piloti e abilità, nuove regole e nuove combo. Magari tutte queste novità avvicineranno ancora più giocatori a questa galassia molto molto lontana, anche perchè credo che chi è affezionato alla sua fazione difficilmente l’abbandonerà per i mercenari, seppur si possa concedere qualche partita di prova a scopo conoscitivo, facendosi prestare i pezzi da qualche giocatore innovativo.

Hai dei consigli per gli altri piloti?

Consigli agli altri piloti? Giocate per divertirvi, che quello sia il vostro scopo primario!
Poi se vincete vi va anche meglio, ma credo che la cosa migliore delle giornatone passate a tirar dadi e muovere navette sia quella sensazione di libertà e leggerezza che viene dal fare una cosa solo per il gusto di farla, non per l’obiettivo che (forse) si raggiungerà dopo averla terminata.
Gustatevi ogni attimo, dalla battutina con l’avversario, al commento che vi fa per una determinata scelta, della serie “Io avrei tentato uno ionico, non l’arma primaria” o “Bella mossa! Non pensavo saresti finito qui!”; dai consigli su come trasportare i pezzi a quelli sulle liste.
E se volete migliorarvi allenatevi il più possibile, anche guardare video su You Tube può essere d’aiuto per migliorare le proprie capacità, soprattutto a farvi l’occhio con i segnalini di movimento per evitare quei dannatissimi asteroidi!