Stellapiloti: Marcello Beccati

Intervista a Marcello Beccati, che ha recentemente vinto il titolo di Campione Italiano 2014.

Inauguriamo oggi la rubrica “STELLAPILOTI”, dedicata a farvi conoscere alcuni dei piloti che potreste incontrare nel circuito del gioco organizzato di X-Wing – Il Gioco di Miniature. Il primo a prestarsi ad una breve intervista è Marcello Beccati, recentementesi aggiudicato il titolo di campione nazionale 2014 con una lista semplice e tremendamente efficace: i tre Cacciatori di Taglie o “Lampioni” come ama chiamarli.

Ciao Marcello, dicci un po’ chi sei e cosa fai nella vita.

1972297_10203420462422983_1406372097_n

Marcello Beccati, 36 anni, vivo in quel di Vignola (MO) e faccio parte dell’Associazione Ludica Alearum Mundus di Spilamberto (MO). Nella quotidianità sono, in ordine:

  1. Marito di una splendida trentenne e Padre di in cucciolo di due anni e mezzo;
  2. Sindacalista presso la CGIL di Modena;
  3. Ex assiduo giocatore di qualsivoglia giocho da tavolo o di minature in via di guarigione, nonché starfighter della domenica, o meglio del giovedi visto che in associazione si “svolazza” il giovedi (a dirla tutta… io vorrei continuar a giocare con l’assiduità di quindici anni fa ma famiglia e lavoro lasciano poco tempo allo svago ludico).

In che club/associazioni giochi di solito? Dove e quando vi riunite?

Come già anticipato sopra faccio parte di quel gruppo di irriducibili giocatori che si riunisce sotto il vessillo dell’Associazione Ludica ALEARUM MUNDUS. L’associazione ha sede presso la Polisportiva Arci di Spilamberto (MO) ed è aperta ogni lunedi sera e ogni giovedi sera dalle 20 fino a che il sonno vince sul rotolar dei dadi.

Come ti sei avvicinato a X Wing MG?

Parto dal presupposto che Guerre Stellari rientra – assieme al Signore degli Anelli – nelle mie passioni infinite. Avendo “imposto” in bella mostra sul camino tutte le versioni estese, mia moglie troverebbe limitativo definirle solo passioni! Mi sono lasciato prendere da XWMG circa un anno fa, ammirando gli scontri dello scorso torneo nazionale (tenutosi a Dadi & Sudore, l’annuale due giorni torneistica estiva della nostra Associazione). Da lì, grazie sopratutto a Gianluca Barzaghi (Fukan/gigigrunge81 sul forum), ho iniziato a giocare con sempre più assiduità.

Quale è l’aspetto o la meccanica che ti ha colpito maggiormente del sistema di gioco?

Tre caratteristiche mi sono piaciute da subito:

  1. Navi già pitturate. Inizialmente ammetto che avrei voluto ridipinger tutte le navi poi, con la costante diminuzione di tempo da dedicare ai miei hobby, ho iniziato ad apprezzar sempre di più la formula del “compra e gioca”…
  2. Meccaniche semplici, intuitive e sopratutto chiare (per chi viene, come me, da giochi 3d in cui parte non marginale delle regole è o poco chiara o necessita di mille FAQ. Il regolamento di xwing è manna dal cielo!
  3. Infine… PERCHÉ È GUERRE STELLARI!  Io sono cresciuto fantasticando di volar su tutte quelle navi!!!

Imperiale o Ribelle? Perché?

10500539_10204241471787453_1787476449507464720_n

Imperiale o Ribelle dipende… Nelle partite “casalinghe” in associazione prediligo aperimentare quindi testo tanto gli uni quanto gli altri. In torneo, almeno per ora preferisco  l’Impero poiché, ma questa è un opinione personale, considero l’impero più performante. Omeglio – per come gioco io – trovo migliori le navi della flotta imperiale Quale è la tua nave preferita tra quelle uscite finora sul mercato italiano?: Allora, di default dovrei dire il Firespray, anche solo per dovere di gratitudine… Ma se devo dirla tutta, la mia nave preferita, senz’alcuna ombra di dubbio, è il YT-1300! Adoro il Millennium Falcon!

10501926_10204241471307441_2576480765524489327_n

7. Descrivi la tua “squadriglia tipo”, la tua preferita. Che cosa ti spinge a giocarla? Su cosa punti? Quali sono i suoi punti deboli?

http://xwing-builder.co.uk/view/89508/seven-fighters

Prima dei tre lampioni (ndR: i tre Cacciatori di Taglie con cui Marcello si è aggiudicato il titolo di Campione Nazionale 2014)  la lista che ho giocato più spesso e che mi ha sempre dato grandi soddisfazioni, è stata la TIE Swarm declinata in vari modi; dalla “Black Arrows” di Hornet (Stefano Magi) alle varie swarm da sei/sette TIE. Il punto di forza di queste liste – oltre al poter contare sulla “sgrava” Howlrunner  sta nel numero di caccia che permette di schierare: 6/7 navi, che seppur fatte di cartone (i TIE non godono certo di gran longevità), permettono di giocar spesso in superiorità numerica e quindi di controllare il campo di gioco. Certo che per funzionar bene gli sciami in generale necessitano di una buona capacità di manovra da parte del giocatore. C’è sempre il rischio in agguato è di muover male in formazione rischiando di auto-imbottigliarsi o – ancora peggio – di veder vari TIE atterrare sugli asteroidi! Il vero punto debole delle swarm, comunque, resta la fragilità dei Caccia TIE. Basta un turno in cui i dadi di difesa girino male per veder “evaporare” alcuni TIE.

Photo 24-06-14 01 40 23

Su cosa lavorerai per migliorarla?

Le swarm non hanno bisogno di ulteriori migliorie, anche perché per schierare più navi possibile c’è poco spazio per migliorie ed abilità aggiuntive. Bisogna solo ed esclusivamente imparare a manovrare sempre meglio. Quindi giocare e giocare e giocare… Ora invece lavorerò a qualche lista imperiale con l’aggiunta del Tie Phantom ed a qualche lista ribelle per arginare lo stesso Phantom. Sembra che presto sarà una delle navi più gettonate. Quale è la tua combo preferita? E la tua carta? Premetto che come idea generale prediligo l’uso molto limitato delle varie carte miglioria  o addirittura spesso non ne uso. La combo, o meglio la sinergia,  che più mi piace è quella tra Lando Calrissian, Ten Numb e Dutch Vander su Ala-Y equipaggiato con Torretta a Ioni. Nello stesso turno, se Lando effettua una manovra verde, entrambe le navi possono guadagnare Target Lock e Focus. La carta che invece preferisco è da sempre Howlrunner. È secondo me il migliore e più utile pilota del gioco finora.

Cosa ne pensi delle prossime novità in uscita? Cosa attendi con più impazienza?

Hai detto Phantom?!?!?

Eh si sono piuttosto impaziente di poter “pilotare” il nuovo tie in uscita poiché credo che modificherà radicalmente la composizione delle liste. Sia per chi vorrà includerlo nelle proprie squadriglie, sia per chi vorrà tentare di abbatterlo. Più in generale penso che la Wave 4  e gli Assi Ribelli porteranno ulteriore varietà al gioco e, di conseguenza, credo non si rischierà più di trovare due o più liste uguali

Che tipo di impatto pensi avranno le prossime uscite sul gioco?

Le prossime uscite i contribuiranno ad aumentare il livello di sfida per i giocatori, incrementando il numero di navi disponibili cresceranno anche le difficoltà di scelta nella composizione delle liste. Caso a parte credo sia il TIE Phantom. Credo che quando comincerà a solcare i cieli tutti creeranno liste per contrastar quella nave poiché, almeno stando alla preview, sarà una nave non solo difficile da abbattere ma veramente difficile anche solo da inquadrare nel proprio arco di fuoco: sopratutto il tanto temuto Echo!

Hai dei consigli per gli altri piloti?

Giocate, giocate, giocate… e ancora giocate! Pur essendo un gioco “di dadi” e la fortuna incide molto, credo che la differenza tra vincere e perdere sta molto nella capacità di muovere le navi… e visto che la bravura si acquisisce con l’esperienza, giocate, giocate, giocate!!!!!