XTC 2021 Group Stage – Le pagelle del Team Italy

Pensavate che questa community avesse già dato il peggio? Consideravate il lunedì particolarmente stressante? Vi eravate alzati di ottimo umore nonostante l’umidità? Questo perché ancora non avete letto le pagelle dei pagellisti misteriosi!

Ringraziamo il team di giornalismo sportivo composto da Mattia Molinero, Vito Mazzotti, Stefano Terminiello, Ian Colombo, Michele Battaglia e Giulio Pannunzi per averci fornito questo capolavoro letterario.

Primo Turno – Malesia

BENNATI VOTO 8.5

Porta una lista che sulla carta mi ha fatto storcere il naso, ma ai fatti è uno schiacciasassi, pur non azzeccando un arco di fuoco con Lando, non perdona l’avversario che lo sottovaluta e a sassate da 4 pigne di Bossk porta a casa la partita.

SCAVATOMBE

P.s. Laura, per Natale un agile gunner sarebbe un regalo ideale.

MARASCA VOTO 8

Partita di ordinaria amministrazione, piange dall’abbinamento a fine partita, anche se devasta un’avversario che gli fa la cortesia di non arcdoggiarlo nemmeno per sbaglio.

Chiagne e fotte

SCUGNIZZO

MAZZI VOTO 7,5

Partita solida dello special boy all’esordio in nazionale, forse qualche patema di troppo ma porta a casa il risultato, contro un Partesotti qualsiasi avrebbe fatto ancora due turni di Speed game dolorosissimo. A suo dire vince con la sigaretta in mano, bevendo una moretti da 66 e bestemmiando come il miglior capo cantiere di Bergamo alta. Mezzo punto in meno perché gioca la roba rotta.

MURATORE

ZARA VOTO 10,5

Adesso capiamo perché dorme in un letto ad una piazza e mezzo, mezzo per lui e una piazza per il suo enorme Ca…!

Studia 25 aperture, programma i turni al secondo, gioca una partita perfetta e porta a casa un match che lo vedeva sotto un treno.

TRAPANATORE PROFESSIONISTA

Edit: il mezzo voto è per Zara e il 10 è per il suo enorme Ca…!

NADIA VOTO 10

Abitare in casa di Zaramella durante una partita del genere e uscirne illesi non é da tutti.

CASTAWAY

LOSS VOTO 4,5

Partita che si mette subito malissimo per il nostro portacolori ma contro le liste UNFAIR che devono essere NERFATE può succedere. Mezzo punto in più per il parcheggio perfetto sulla nube senza telecamera posteriore. Siamo certi che saprà rifarsi.

CIAO, SO 3€ A PIACERE

CLEVA VOTO 8

Approfitta di un avversario che manda lo sciame in mezzo ai sassi all’ingaggio e si dimentica di zam a 2 scafi per andare a inseguire Jango. Come scusa per la sculacciata, a fine scontro poteva almeno regalargli una copia di tts.

SPONSORED

DESCO VOTO 9

Arriva finalmente dalla Malesia la risposta alla domanda: “c’è qualcuno di più scarso della AI di flycasual?”. Desco dimostra finalmente a tutti che può vincere una partita facendo anche più di 18 punti, c’è da vedere se ci riesce anche con un avversario. Passeggia sulle spoglie del malese senza mai davvero mettere a rischio la partita. Menzione d’onore va fatta alla sportività di Capitan Desco, fa infatti il solito sfoggio di virtù permettendo all’avversario manovre rosse da stressato e di scegliere se usare i missili dopo aver sparato. Bisognerebbe ricordargli che non è capitan America, ma capitan Italia o applaudire il fairplay?

DESCO FLANDERS

FORZA ITALIA VOTO 2

La nostra nazionale dimostra di non sapere assolutamente nulla né di scaramanzia né della storia delle nazionali italiane, vincendo con un ridondante 6-1 contro la Malesia la partita d’apertura. Il solo Loss si impegna a farci fare la figura degli underdog nascondendo le sue virtù per quando serviranno davvero, gli altri si dilettano invece a corroborare gli stereotipi che uniscono il sud-est asiatico e i turisti italiani da più di un secolo. Unica magra consolazione è il piccolo magro vantaggetto (che sarà comunque irrilevante) accomulato nei confronti di Singapore e Polonia che hanno chiuso sul 5-2.

SBORONI

Concludiamo facendo ancora i complimenti alla nostra magica nazionale e se avete rimostranze fatele pure nei commenti. Ovviamente appuntamento alla settimana prossima per altre opinioni non richieste.

Secondo turno – Repubblica Ceca

Pensavate le postassimo lunedì?

E invece no, i Pagellisti Anonimi (io, Mattia Molinero, Ian Colombo, Giulio Ganz Andere Pannunzi e Michele Battaglia) fanno quello che vogliono e nessuno può impedircelo! (tranne i moderatori ?)

Quindi ecco a voi le PAGELLAZZE BRUTTE che non piacciono a nessuno, ma noi ve le proponiamo lo stesso!

BENNATI VOTO 6+2

2 come le navi avversarie del ceco che, mediamente, non sparavano ogni turno.

L’allenamento nella stanza dello spirito e del tempo con Gragnola deve avergli fatto bene visto che gestisce al meglio il falcon, qualche sbavatura nel finale, ma nel complesso surclassa un avversario non alla sua altezza.

CATERPILLAR

MAZZI VOTO 5(dritta)+3(dritta)=8

Come i tie che ha brutalizzato!

Sì,ok,erano 7,ma uno lo ha dovuto uccidere 2 volte.

Partita ottimamente gestita grazie anche alla ipermegasuperfantasticcombo lista rotta(che andrebbe nerfata)+culo rotto.

MCJOUSTY FAN

CLEVA VOTO 4,5+3

Scopre l’esistenza delle pagelle in settimana e ciò lo manda in crisi. Gioca una partita caotica contro un avversario ancora più confuso che si dimentica di sparare con Kylo e interpreta a modo suo il regolamento. Partita risolta con il buon vecchio Pesc A Pesc e punto in cascina.

BONUS GOL VITTORIA

ZARA VOTO 18,5

20 per il suo grosso c…. che si allunga ogni volta che gioca primo ordine, già tornata fazione meta dopo le sue due partite

-0,5 per il turno in più a 8 secondi dalla fine (nabbo)

-1 per la scrivania distrutta a pugni e bestemmie

RE MIDA OGNI LISTA CHE TOCCA DIVENTA ORO

MARASCA voto 5.5

Può poco o nulla contro la lista più forte del momento (la Jousty McJoust), tuttavia pecca nella quantità di pianto preventivo che lo ha spesso aiutato.

CRY ME A RIVER

LOSS VOTO 7.5

Partita pulita e precisa, vinta probabilmente fra il pairings e l’ottimo posizionamento degli ostacoli, stavolta difatti evita di finirci sopra. Tommaso riesce a tenere i suoi assi sempre ben posizionati lasciando a zero l’avversario.

GELIDO

DESCO VOTO 9 (di mov)

Riesce a portare a casa una partita persa diverse volte nel testing, il colore sbagliato inizialmente dato sottovalutando la lista è l’unica cosa ad abbassare il voto. Anche i dadi gli danno contro quando cerca di scappare driblando gli asteroidi, ma riesce comunque a mantenere il vantaggio fino alla fine.

RIEVOCATORE DELLA PRIMA TRILOGIA

VOTO SQUADRA 8

Gli abbinamenti sono un po’ meh, ma probabilmente sono stati fatti così solo per dare un po’ di brio allo scontro.

SBORONI

SAN CULAZIO VOTO MILLEMILA

Non c’è altro da aggiungere vostro onore

PAGELLISTI VOTO 4.5

Non capiamo un cazzo e non facciamo manco ridere, ma i voti al momento li facciamo noi e quindi trasformiamo il voto in 110 e lode, tiè.

Terzo turno – Grecia

Il turno di XTC non finisce finché non si pubblicano le pagelle. A questo giro, neppure la reticenza ellenica ha distolto i vostri beniamini (Mattia Molinero, Ian Colombo, Giulio Ganz Andere Pannunzi, Michele Battaglia, Stefano Terminiello ed il sottoscritto) dal loro umile ma onesto lavoro.

Leggete e godetene tutti, Italici Piloti.

MAZZI, voto 9 (anni di galera)

Per aver mostrato a tutti atti osceni in luogo pubblico. Galera meritata per abuso di disabile, il suo avversario pensa bene di fare delle koio all’ingaggio rimanendo senza azioni davanti a tutta la lista di Mazzi, con la quale viene accompagnato fuori dalla stanza. Sconto della pena solo perché ha avuto il buon gusto di lasciargli almeno delle Rose, manco facesse l’elemosina fermo al semaforo.

L’ACCOMPAGNATORE

MARASCA, voto 5 (come i gin tonic che servono a mandare giù ste partite)

Vince una brutta partita 25-0 rischiando fino all’ultimo la sconfitta, con Benthic ad un filo dall’essere smezzato, contro un avversario che indeciso fra il joustare dritto per dritto o provare ad accerchiarlo decide di joustare dritto per dritto dall’altra parte del mat; salvo poi lanciare i silencer fuori dalla partita con improbabili 5 dritte dopo il primo ingaggio. Esprimiamo comunque tutta la nostra simpatia a questo giovane ragazzo di periferia che pur di giocare in nazionale è uscito dal tunnel della droga e ruba l’elettricità alle scale del condomino dopo che gli hanno staccato la luce.

ALLUCINATO

CLEVA, voto 4,5+3

L’avversario si rifiuta di streammare la partita perché “ho avuto una settimana difficile, perderò sicuramente, le cavallette! Non è stata colpa mia!” (semi cit. Jake Blues). Mirco, ragazzo di buon cuore, gli lascia fare una manciata di punti prima di rovinargli completamente la serata.

GUASTAFESTE

BENNATI, voto π²

Sfiora il 10 in pagella ma non ci arriva mai (grazie, numeri trascendenti!). La partita è stata così avvincente, tirata e senza respiro che ci sarebbe piaciuto vederla, ma tant’è… Ci accontentiamo allora dell’ennesima vittoria del Matteo nazionale, che ostracizza l’avversario dopo avergli proditoriamente illustrato le proprietà geometriche di π/2.

SE ATENE PIANGE, SPARTA NON RIDE

LOSS, voto 8

Dipinge Vader di rosa, gli infila una gonnella e lo usa per attirare un Bossk superdotato e ingrifato lontano dall’azione principale.

Gestisce al meglio la migliore mobilità dei propri pezzi, trovasse il modo di tirare in difesa dadi decenti sarebbe inarrestabile.

METTI UN PÒ DI NAVI LEGGERE PERCHÉ HO VOGLIA DI NIENTE, ANZI LEGGERISSIME

ZARA, voto 0 (di MOV)

Manco sapevamo giocasse, e ora ci ritroviamo a dover mettere un suo cartonato 1:1 in cameretta… per una vittoria al final salvo! Porta a casa un altro match improbabile in qualche modo non meglio definito, dimostrando, se ce ne fosse ancora bisogno, come il Primo Ordine sia la fazione più forte del gioco.

BRAVO, PERÒ LO PAGHI TE

DE SCORDILLI, voto PS6

Si siede al PC con kayak, pagaia e giubbino di salvataggio, conscio di affrontare navi ad iniziativa massima.

Pur di non pagare un giro di bevute a questi onesti pagellisti, si inventa la partita champagne e condanna l’Italia ad un repentino 7-0.

Adesso, pur con il know-how sviluppato in anni di pianti, chi crederà più alle nostre lacrime?

O’CAPITANO CHIAGN’ E FOTT’

GRECIA, voto 2

Di solito si dice “è capace ma non si applica”, qui si applicano tanto ma sbucciano le peggio banane.

Lo considerate un commento troppo cattivo o non corrispondente alla realtà? La prossima volta fatevi streammare, state giocando un mondiale, non nel sottoscala di casa la domenica pomeriggio col vostro amichetto.

TEAM ITALIA, voto 4.5

Ci voleva tanto a registrare le partite diffondendole poi come il peggior r&\/eng€ p0rn?

PAGELLISTI, voto boh?

Il nostro voto lo decidete voi nei commenti. Non siate timidi!

Quarto turno – Brasile

Sull’onda della vittoria della Norvegia sulla Polonia…

LOSS VOTO 5.5

Brasile vs Italia

Ginga contro catenaccio…ma a parti invertite stavolta!

Per il primo quarto di tempo il nostro Tommy nazionale cerca di scardinare la formazione avversaria, Leo però chiude bene gli spazi con manovre strette e buon possesso focus.

Quando finalmente si giunge allo scontro appare chiaro l’intento brasiliano: colpire in contropiede. Buoni gli inserimenti degli italici fantasisti ma la combinazione hit-crit-evade del brasiliano negano a Loss l’1-0

EEEH MACARENA

CLEVA, voto 4,5+4

La partita inizia col fardello psicologico dello svantaggio di squadra, e al terzo ingaggio Mirco è sotto di 8 punti. “Pianto e stridor di denti” (Luca 13:28)? “Sospiri, e pianti, e alti guai” (Dante, Inferno)? Macché! Iceman Cleva ha solo buone sensazioni: inquadrati sistematicamente gli assi brasiliani negli archi di fuoco, accompagna anzitempo Vader ed Echo negli spogliatoi. L’Inquisitore, aggrappato all’ultimo scafo, non riesce ad impensierire il duo Jango/Zam nell’end game, e la partita è vinta.

AH, SE IL RIGORE L’AVESSE TIRATO CLEVA ANZICHE’ BAGGIO…

MARASCA VOTO 6

Passa un’intera partita a fare il gioco delle tre carte coi token e riporta in auge la vecchia pratica “attivo Leia sono bravo”. Non che sia particolarmente efficace fino a che non decide di esplodere 79 punti di Anakin attraverso asteroide con un HWK. Sufficienza meritatissima anche perché la rete dell’internet point sotto casa salta solo due volte.

MOIRA ORFEI

MAZZI Voto scusate mi rifiuto.

Mentre tutta la squadra voga lui fa sci nautico affrontando, per l’ennesima volta, un avversario che non prende nemmeno in considerazione l’idea di arcdoggiarlo.

Al grido di:”“Le jeux sont faits,rien ne va plus!”,

due giri di dadi bastano per far sparire dal tavolo le navi più costose dell’avversario mentre canticchia:”Daje de tacco daje de punta, Ashoka muore insieme a Syndulla”.

Da lì in poi è ordinaria amministrazione per lo special boy che chiude la partita 20 minuti prima dello scadere. Il mazzibanco vince sempre.

CROUPIER

BENNATI, voto 01:48 del 25 Giugno

Il Benna parte da lontano ma entra subito aggressivo nel campo di asteroidi. L’ingaggio al terzo turno inaugura una lotta senza quartiere tra passi di danza in mezzo agli ostacoli, il sacrificio di Bossk e un Lando monumentale, che attira il fuoco di Kylo e Midnight lasciando campo libero ai cannoni di Asajj.

La partita è giocata punto a punto (in sequenza 40-34, 69-67, 97-94, 123-120) tra ascelle in tensione, sgommate nelle mutande ed almeno un paio di infartuati tra gli spettatori, ma la vittoria consegna ai Wookies il primato nel girone.

TWO MINUTES TO MIDNIGHT

DESCO VOTO 2

Il capitano sbaglia completamente la partita cominciando posizionando male gli asteroidi e permettendo a  lo sciame brasiliano-separatista di piazzarsi sui grossi massi per sfruttare la loro capacità di fermarsi e stallare l’ingaggio. I droidi carioca riescono quindi a targettare degli inermi Jedi che vengono bersagliati di missili e discord. Pessima sconfitta per il capitano che non riesce proprio a portare a casa questo match rosso fuoco.

DISASTROSO

Ah no, il brasiliano non aveva i grappini e ha passato la partita a frullare i suoi droidi sui sassi e a stressarli ricorrendo il Jedi sbagliato (dimostrato anche un po’ di razzismo contro il povero windu che è la quota afroamericana della Repubblica). Desco reagisce fiondando windu fuori dal game per tutta la partita e falcidiando i droidi con i due Jedi rimanenti. Il nostro riesce comunque a perdere almeno la dignità preparandosi una fuga all’ultimo turno contro un avversario esausto.

CHIRURGICO

ZARA VOTO 1

Abbiamo finito gli zeri per questo giocatore. Desco gli rifila match di tonalità di rosso inesistenti ma imperterrito smembra i suoi avversari uno dopo l’altro. Nonostante tentino in tutti i modi di farlo perdere porta a casa i risultati come un noto allenatore italiano. Pare abbia anche rinominato il suo Malarus Aristoteles.

ORONZO CANÀ

GIULIO VOTO 10

Varianti di cocktail con Gin proposte questa settimana

BARTENDER

BRASILE VOTO 6-1

Si illudono con il vantaggio nel primo tempo, illusione che dura meno di un avversario di mazzi.

VOLEVATE EH?

ITALIA VOTO 12/3

Dicono che il calabrone possa volare solo ignorando l’impossibilità della meccanica del suo volo. Questa Italia continua a mettere colori a caso e a giocare con gli occhi umidi di lacrime, sappiamo tutti che l’idillio non può durare… Ma questo l’Italia non lo sa, e VOLA

STERCORARIPIÚCHECALABRONI

Per lamentele, mance e tentativi di corruzione scrivete pure in privato. Alla settimana prossima ❤

Quinto turno – Norvegia

Norvegia amarissima per una nazionale italiana ampiamente sotto i suoi standard: la sconfitta di misura ci obbliga a vincere bene almeno uno dei due turni finali. Siamo sicuri che i nostri piloti sapranno stringere le fila (e pure le chiappe, alla bisogna) e presentarsi al meglio alle prossime partite.

Go Wookies!

MARASCA, voto 4

Pronti partenza e via… Marasca spacca un TIE ed ottiene l’ingaggio perfetto e tutto il vantaggio di cui ha bisogno. Sembra proprio essere la partita giusta per rilassarsi, se non fosse che in realtà Marasca è della Roma e, come ogni Romanista, ama soffrire e far soffrire: 2 bank di Hera dentro allo sciame a farsi sparare da tutti.

Voi vedete facili battute maschiliste su donne e gang bang, io vedo l’Old Trafford.

Un piccolo bug ci fa quasi credere che Marasca abbia dei sentimenti, ma viene tutto smentito post partita. Il nostro ribelle preferito continua a combattere fino alla fine, e riesce quasi a ribaltarla… ma un ultimo errore, una dissennata 4 kojo, gli toglie ogni possibilità. Menzione d’onore ad un ottimo avversario che riesce a giocare una partita molto pulita, impendendo a Garven di respirare con molti bump strategici.

GIALLOROSSO

BENNATI, voto 8+uno scafo

Siamo qui a raccontare una partita giocata sul filo del rasoio, risolta all’ultimo lancio di dadi da un Lando aggrappato al solo scafo rimasto.

Il pilota norvegese, col suo tossicissimo sciame imperiale, è un osso duro: dadi rossi bollenti, buona tattica di base, trassate col sorriso (Bossk fuori per un hit rimasto sul mat dai tiri precedenti). Matteo risponde con un piano solido e una freddezza glaciale negli ultimi due turni di gioco (Falcon contro TIE Interceptor all’ultimo sangue).

Alle prossime partite, con judge e Desco, portiamo pure due carabinieri.

ORGOGLIO E PREGIUDICATI

LOSS, voto 10

Gioca un’ottima partita di arc dodging, attirando come doveva la lista del suo avversario nel campo di asteroidi. Peccato per i dadi di difesa un po’ scarichi, che gli sono costati qualche scudo di troppo. Mi è saltata la connessione a 7 minuti dalla fine, ma tanto era avanti di 60 punti, che poteva succedere?

ERA SCRITTO CHE SCONFIGGESSI IL JOUSTING, NON CHE TI UNISSI AD ESSO

CLEVA, voto 4,5×2

Nel maelstrom di lacrime italiane, mentre persino le divinità sono vittime del Ragnarok finale, un solo eroe resiste: è forse Thor, il dio del tuono? Oppure Odino dal solo occhio, sovrano di Asgard?

Fa*cu|o il pantheon norreno, qua si parla di Mirco, l’uomo che al posto del cuore ha due gelide, letali Firespray.

UOMO DI GHIACCIO

ZARA, 70 volte 7 (ma non ditelo a Giulio)

Streaming o non streaming, se vinci 200 – 102 contro doppia Firespray in 50 minuti, col catorcio di fazione che ti hanno rifilato, sei un fenomeno del giuoco.

X-WING JESUS

MAZZI, voto hai finito di tritare i nabbi, eh?

Destabilizzato dal primo avversario con le mani capitatogli nell’ultimo mese, va in confusione e si prende due gustose pezze sul coppino. Mezzo punto in meno per aver perso contro il personaggio meno carismatico della saga.

LE MANI NON LE MENI E LE MENI NON LE MANI

DESCO, voto 5 (Campari)

Ennesima partita al cardiopalma, decisa ancora una volta all’ultimo turno di fuoco… stavolta a favore del vichingo, con Kylo Ren protagonista (difesa dura, poi una 4 kojo al pelo che gli permette di sciogliere Obi-Wan). Grossa delusione per il risultato del turno, appena appena mitigata dai cinque Campari ingollati durante il match.

RAGNAROK

TEAM WOOKIES, voto 3 a 4

Istruzioni per l’uso su come perdere partite già vinte ne abbiamo?

TUTORIAL

Sesto turno – Singapore

E anche Singapore se la semo levata dalle… Ecco ritornate le frizzanti pagelle dei nostri nazionali, titoli di testa:

3 CIVETTE SUL COMÒ CHE FACEVANO L’AMORE CON LA MAMMA DELLO STREAMER

MAZZI VOTO: 30 denari

Partita oscena non tanto per i giocatori quanto per il mirror di mcjousty che porta a un jousting compulsivo, numerosi bump e mani caldissime. Azzecca le virate e incastra un ottimo posizionamento che gli vale la partita. Un denaro in più per la misericordia sull’ultimo T70.

SIGNORA MIA MA CHE É ‘STO GIOCO LA JUNGLA

LOSS VOTO: 30-0

La partita contro lo sciame Sloane è decisamente in salita per una lista di assi imperiali, ed il buon Tommaso arriva da una sconfitta inaspettata, quindi ancora più dolorosa, al turno precedente. Il pilota singaporiano adotta un approccio conservativo, volando attorno all’area centrale di asteroidi e quasi ignorando le navi avversarie. Tom, d’altro canto, fa l’asso al 100%: arc dodging estremo con Echo che fa da esca, Vader a spasso per il mat, Gran Inquisitore sulle tracce di Feroph. L’ingaggio decisivo arriva dopo 50 minuti di gioco, con Feroph smezzato. Sul 30 a 0, l’avversario è costretto a cercare finalmente l’ingaggio, ma non va oltre la distruzione dello scudo di Echo. L’ultimo attacco su Vader, decisivo, vede Tom difendere in media statistica… e la partita finisce.

ESAME SUPERATO BRILLANTEMENTE, PER LA LODE ASPETTIAMO

MARASCA VOTO: 30 Kbps

Come i minuti persi dal suo avversario nel tentativo di flankarlo, con il risultato però di joustare dritto per dritto nell’unico corridoio in mezzo agli asteroidi, e Lorenzo ne approfitta per mostrare al suo avversario incredulo come si fanno azioni anche settando manovre rosse. Singapore non ha imparato che a questo punto tanto valeva andare dritto all’inizio e guadagnare 30 minuti di pianto per le partite successive.

IL MAESTRO

ZARA VOTO: 30 (le palle del tenente)

Ragazzi io vorrei davvero dire qualcosa di cattivo su Zara, ma oltre al fatto che è basso e torinese c’è poco da fare, è troppo un bravo ragazzo. Purtroppo, nonostante l’impegno perde una partita semplice (una 5, una verde, chiamatela come volete), forse per mancanza di cattiveria. Finisce sotto per punti negli ultimi due turni non riuscendo a recuperare neanche grazie alla fortuna (Zara tira sopra media in attacco e mostruosamente bene in difesa tutta la partita). Il singaporense fa di tutto per concedere a Zara questa vittoria: ingaggia sopra a nube, si trattorizza male, si straina, disperde il fuoco, bumpa spesso e spessissimo è senza token. Zara fa sbattere i suoi silencer uno con l’altro e concede la vittoria. E niente dai, sarà per la prossima. L’unica nota di biasimo la indirizziamo al capitano, non sarebbe stato meglio chiamare qualcuno di veramente talentuoso invece dell’ennesima quota spaceduck? Aspettiamo che crescano questi ragazzi prima di bruciarli.

IL RAGAZZO SI FARÀ ANCHE SE HA LE SPALLE STRETTE

CLEVA VOTO: 4.5x 6,666666666666667 (come le esplosioni delle bombe sulle navi nemiche all’ultimo turno)

L’avversario di Cleva, per timore di figuracce in mondovisione, nega l’autorizzazione allo streaming… E fa bene.

Nonostante:

• una lista rognosa da affrontare

• la mezz’ora finale di slow play del singaporiano

• lo svantaggio accumulato

Bounty Mirco piazza sapientemente un paio di confetti termici all’ultimo turno e porta a casa la taglia per il classico pelo di Wookie: 100-98.

ASSAGGIA ‘STE THERMAL, SO’ MANDALORIANE

DESCO VOTO: 30 (e lode australiana)

Nella battaglia tra capitani, vince il migliore. Partita cerebrale tra due ottimi interpreti che, come prevedibile, ingaggiano negli ultimi turni di gioco. Desco sacrifica Ahsoka per Obi-Wan e poi, con un paio di manovre che faranno genere a sé su YouPorn, mette in cascina il 5-2 finale per i Wookies.

Menzione speciale per il commentatore australiano che, ad ogni sbiancata di Marco, ululava alla luna come un dingo spelacchiato. Bye bye, mate!

C’E’ SOLO UN CAPITANO

BENNATI VOTO: 30 sfumature di blank

Match up inedito per i cacciatori di taglie di Matteo, il quale decide di non joustare e gioca di fioretto – per quanto possibile con tre pezzi a basetta grossa – nella fascia di asteroidi. Il pilota avversario muove con efficacia il suo mini-sciame ed ha un evidente disinteresse per la statistica: dadi bollenti in attacco e difesa, contro numeri decisamente sotto media per il Benna, che impiega tre turni di attacco full-mod per abbattere un Kihraxz.

Il costante fuoco singaporiano abbatte prima Bossk e poi Asajj, lasciando il solito Lando ad affrontare tre navi avversarie… niente miracoli questa volta, arriva la prima sconfitta per la nostra lista Scum.

QUANDO UN UOMO COI BLANK AFFRONTA UN UOMO COI CRIT… (semi cit.)

VOTO ALLA NAZIONALE: 30

30 Come le bestemmie che ci faranno tirare uscendo miseramente al prossimo turno con la Polonia, ma anche come le emozioni che ci hanno regalato, dai ragazzi il terzo posto è un ottimo risultato!!!

USCIRE DIGNITOSAMENTE

Settimo turno – Polonia

Le pagelle del settimo ed ultimo turno sono finalmente pronte… ma non è l’attesa delle pagelle la pagella stessa?

MAZZI (L 200-46), voto 7 in condotta

Il bambino Alessandro ha svolto con diligenza l’approccio alla partita.

Il bambino Alessandro ha eccelso in tutti i compiti in classe applicando il suddetto approccio. (Sì, noi pagellisti sappiamo tutto)

Il bambino Alessandro ha iniziato il match seguendo la strategia preparata, con buoni risultati.

Il bambino Alessandro, al quarto turno, decide di piazzare le navi in mezzo al giardino dove i ripetenti polacchi Wesell e Fett lo sottopongono a reiterati atti di bullismo.

PROMOSSO, MA DEVE APPLICARSI DI PIU’

DESCO (W 99-98), voto 9 mg di Lisinopril

Secondo scontro tra capitani, ennesimo trionfo per Desco: il 99-98 arriva dopo una partita nervosa e scorbutica, ma chiarisce ai polacchi che dovranno sudarselo, il 6-1 necessario a passare alla fase finale.

I Jedi di Marco non lasciano riferimenti alla JessMazzi di Bartosz. Dopo le prime schermaglie, in cui Rose scoppia e Pava viene smezzata, il punto di svolta arriva per un errore del polacco: parcheggia Jessica su un asteroide, bloccando la fuga di Mace, il quale bumpa e soccombe al fuoco di tre avversari. Marco riprende a cesellare il suo gioco di arc dodging e anche Bastian viene spacciato: Obi-Wan disingaggia, Ahsoka sopravvive ad un’escursione su una pietra e pure all’ultimo, disperato assalto di Finn.

Nel momento in cui scriviamo non è ancora pervenuto il conteggio degli infartuati tra gli spettatori.

C’E’ UN MEDICO IN SALA?

MARASCA (L 156-96), voto 8

Si ricorda all’ultimo momento di un impegno a partita finita, e parte joustando come un pazzo. L’avversario sembra impressionato, ma si riassetta al volo e prepara due secchi di bordate allucinanti. Per qualche attimo, il gioco delle tre carte coi token ci illude che si possa fare il miracolo, ma il Maggiore cazzoduro Vynder opta per riservarci il trattamento Nappi e portare a casa la partita.

Lorenzo merita comunque la promozione, visto il match up impossibile ed il fatto che nessuno ricorderà questo risultato, contemporaneo al punto qualificazione di Bennati.

VYNDER META

BENNATI (W 151-74), voto imbarazzante

Vedere giocare Matteo può diventare fonte d’imbarazzo, perché si realizza l’abissale differenza tra un nabbo saccente (lo scrivente) ed un ottimo pilota.

“Se tieni Bossk fuori dal joust perde di efficacia…” -> Bossk spara praticamente ad ogni turno e demolisce un TIE/fo e Malarus.

“Sacrifica Asajj e resta fermo con Bossk, così ne perdi solo uno, cazzo!” -> entrambe le navi, rimaste con uno scafo, si salvano piazzandosi persino fuori arco.

“Non ti accanire su Vonreg, vai sulle navi a range 1.” -> nonostante dadi di difesa monumentali, Vonreg scoppia ed è GG.

Dal punto di vista della strategia, questa è la migliore partita Scum che ho visto nel 2021, e permette ai Wookiees di qualificarsi alla fase finale dell’XTC.

SUN TZU, VON CLAUSEWITZ, BENNATI

ZARAMELLA (L 102-54), voto 6 apolitico apocalittico

Può essere che a risultato acquisito nessuno si sia cagato il giocatore più discusso d’Italia, ma non possiamo né confermare né smentire questa affermazione, perché stavamo ancora festeggiando. Bello comunque vederlo vivo dopo la caccia all’uomo post finale di EURO 2020.

IGNORATO

CLEVA (L 143-127), voto 4,5 + 2 spritz

Finalmente si decide a perdere una partita e ci permette di assegnare un voto basso. Si guadagna comunque la promozione per aver scelto di fare aperitivo anziché prepararsi mentalmente a una partita alla fine ininfluente, pratica sempre apprezzabile.

DOPPIO FIRESPRAY AGITATO NON MESCOLATO

LOSS (W 91-0), voto Asso

La partita, in streaming su un canale tedesco, è stata estenuante: tra il tifo a senso unico per il polacco e il simposio culinario sulla pizza (in scatola, con ananas/miele/banana), le mie orecchie hanno sanguinato copiosamente.

Per fortuna, sul mat, Tommaso ha ristabilito l’ordine delle cose andandosi a prendere l’ultima vittoria del turno più teso, facendo quello che sa fare meglio: l’asso imperiale. Ho persino dovuto spiegare in chat il significato di “porn maneuver™️”, dopo che Echo si è materializzata oltre tre avversari pronti a scioglierla, lasciandoli basiti a guardare le stelle.

Vader spara due volte in tutta la partita e vaporizza Torkil Mux.

Il Grande Inquisitore falcidia Torani smezzandolo in due ingaggi.

Echo fa girare la flotta polacca per tutto il campo e, con cinque dadi in difesa, rintuzza tutti gli attacchi.

I Wookiees perdono di misura ma raggiungono meritatamente la fase finale.

ASSI IMPERIALI, ASSI ITALIANI

STREAMER ITALIANI, voto 0

Sono GELOSI, INVIDIOSI, FAZIOSI, GENOVESI, hanno i BIAS e bevono il gin tonic, ma hanno anche dei difetti.

BILINGUE

Non è finita qui: sono in preparazione le pagelle di sintesi del group stage.

Stay tuned! Rimanete all’erta! Statev’accuort!

Credits: Mattia Molinero, Ian Colombo, Michele Battaglia, Stefano Terminiello, Giulio Ganz Andere Pannunzi & me medesimo.

PAGELLONE GROUP STAGE

MAZZI, voto 8

Lo Special Boy nazionale alterna vittorie schiaccianti, in cui approfitta del minimo errore altrui in maniera spietata, ad un paio di match dove la troppa irruenza lo porta a scoprirsi e subire. Detto ciò, su un 5-2 all’esordio in XTC metterebbe la firma anche un veterano incallito, quindi poche storie.

L’evoluzione di Ale nell’ultimo anno è evidente, ma vi invitiamo a prenderlo comunque per il cu£o.

TUTTI D’ACCORDO

BENNATI, voto 9

“Ah ah ah! Con tutte le liste Scum in meta, se pensi di poter vincere con Lando, Jabba e lo Shadow Caster devi essere un pazzo visionario!”

O Matteo.

RIDI, CHE LA MAMMA FA I TRANSPONDER CODES

CLEVA, voto 4,5+4,5° alcolici

Lo sappiamo, caro: siamo partiti col piede sbagliato, ma siamo certi che entro le finals saremo grandi amici. Nonostante sia stato la miccia di svariate polemiche, zittisce tutti con una prestazione maiuscola e riesce pure a privare Marasca del titolo di miglior ribelle del girone.

Apprezzata la correttezza nel perdere apposta l’ultima partita, così da permettere alla community di flammare su qualcosa, hai un birrino offerto dalla redazione pagellisti alla prima occasione.

PERDONACI, MIRCO, PERCHÉ SAPPIAMO QUEL CHE FACCIAMO

LOSS, voto 8

Tommaso finisce la serie con quattro vittorie, risultato apprezzabile per una lista che:

•             punisce il proprio pilota al minimo errore;

•             oggi ha diverse counter list efficaci.

E quella scelta all-in contro la Norvegia a tre minuti dalla fine, allora? Sì, ok, ma se non fosse coraggioso, che asso sarebbe?

ACES HIGH

ZARA, voto 10 con bacio accademico

Alessandro ritorna in nazionale a condizione di giocare la fazione più bistrattata del gioco, con cui fare anche 1-6 sarebbe stato un miracolo. Invece decide di dimostrare perché venga chiamato X-WING JESUS ®️ e con prestazioni fenomenali trascina l’Italia verso la fase finale.

VERO CAMPIONE DEL POPOLO™️©️®️ (nota: questa pagella NON è stata redatta da affiliati a TNT Torino… no, eh)

MARASCA, voto 8

Secondo solo a Mazzi per numero di jousting subiti, dimostra a tutti come i tradizionali giochi con le carte tipici della Stazione Centrale siano perfettamente attuali anche nella galassia lontana lontana.

Nonostante gli allacci abusivi alla corrente del vicino e il titolo di miglior ribelle del girone soffiatogli da un favoloso Cleva, porta punti importanti in cascina e ricolora almeno 4 match a Zaramella per farlo giocare più rilassato.

UOMO SQUADRA

DE SCORDILLI, voto 9

Marco gioca Repubblica, fazione non propriamente in auge nel meta attuale, batte qualsiasi altro capitano gli capiti a tiro, e raggranella un 6-1 tonante. Competente, educato, flessibile ma deciso… vediamo se la trovi, una ragazza che ti guardi come ti guardiamo noi, giovine!

Da vero leader del team, trascina i compagni e l’appoggia agli avversari.

DESCO, USA LA FORZA

LA SQUADRA OMBRA, voto 10+

Non tutti sanno che, alle spalle del team ufficiale, lavora un intero gruppo di preparatori intenti a studiare gli avversari e fungere da punching ball.

Non li abbiamo mai citati, ma è giusto nominarli in questa occasione, ringraziandoli per il lavoro oscuro ma prezioso: Zanco, Zem, Ian, Scarsi, Tiselli, Ruffili, Denny, Panizzeri, Di Rauso e quel brutto spaceduck di Marmorini (chissà chi ha scritto ‘sta pagella ?).

Sicuramente abbiamo dimenticato qualcuno, e ce ne scusiamo.

L’ITALIA DAVANTI, DI DIETRO TUTTI QUANTI

GRUPPO A, voto 9

Pensavate non dessimo la nostra opinione pure sugli avversari? Illusi!

Vogliamo ringraziare tutte le squadre affrontate nel girone, facendo i nostri complimenti in primis a Singapore, piazzatosi meritatamente in testa. 加油新加坡!

Come non menzionare poi Norvegia e Repubblica Ceca, che hanno disputato un grande torneo? Siamo sicuri che, in un altro gruppo, si sarebbero probabilmente qualificate alla fase finale.

Infine, facciamo i complimenti anche a Brasile, Malesia e Grecia che, nonostante siano partite senza i favori del pronostico, non si sono mai arrese né tirate indietro, dando battaglia ad ogni partita… pure quelle che non ci hanno fatto vedere.

CHAPEAU!

STREAMMATORI ITALIANI, voto 10 senza bias

TNT, Andrea e Mattia ci portano dove da soli non potremmo andare. Lo fanno per passione, amano il gioco ed amano noi… ergo, almeno per l’ultimo punto, hanno dei gusti vieppiù discutibili.

STREAMING THE WORLD

Per ultimi, ma primi nei nostri pensieri [risate], vorremmo ringraziare voi, fedeli lettori delle nostre boiate. Ci avete seguito indefessamente – anche se qualche like in più non ci sarebbe dispiaciuto, vero Tiselli? – mentre sparavamo idiozie, voti a capocchia e giudizi non richiesti, intasandovi settimanalmente la home. Grazie per la pazienza.

VOTO, MA CHE VE LO DIAMO A FARE, L’IMPORTANTE È LA SALUTE

Lo Staff “Pagellisti Ignobili” vi dà appuntamento alla fase finale di questa edizione dell’XTC!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.